.

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
CULTURA
21 aprile 2015
Con il documentario "Pasolini in Friuli", girato nel 1976 dalla Televisione Svizzera subito dopo la sua morte, chiuse le iniziative di 'commemorazione' a Varzo (il filmato disponibile sul canale "pqlascintilla" di You Tube)

 

Come avevamo preannunciato, le iniziative 'pasoliniane' presso la torre di Varzo si sono chiuse domenica 19 aprile con la proiezione del documentario "Pasolini in Friuli", un filmato che la televisione Svizzera realizzò nel 1976 subito dopo la morte dello scrittore e avente come oggetto il 'peso' avuto dalla presenza e dall'azione del "Poeta di Casarsa" proprio nei luoghi della sua gioventù.

A fornirlo era stato Paride Susanna, da decenni residente a Domodossola ma originario dello stesso Comune dove negli anni a ridosso della seconda guerra mondiale e subito dopo si sancirono l'amicizia e la frequentazione fra il padre Giuseppe e il fratello Guglielmo e Pier Paolo Pasolini (nella pellicola, una bella intervista al capofamiglia dei Susanna - per giunta pittore - svela e conferma lo stretto rapporto, anche politico, intercorso fra lui e il giovane intellettuale che subito lo sostituirà alla guida della sezione comunista di San Giovanni).

Riadattato e trasformato in DVD, a disposizione per chi lo richiedesse, il documentario è ora visionabile sul nostro canale "pqlascintilla" di You Tube, a cui si può accedere anche cliccando su questo link:

                         https://www.youtube.com/watch?v=mwiYz-6baic



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 21/4/2015 alle 21:4 | Versione per la stampa
CULTURA
2 aprile 2015
L'Ossola e Casarsa, 'unite' dalla famiglia Susanna amica di Pasolini (a Varzo, per "Il Vangelo secondo Matteo", testimonianze e documenti)

 

Anche se la proiezione de "Il Vangelo secondo Matteo" alla Torre di Varzo il 28 marzo non ha riscosso, anche per la solita concomitanza con altre iniziative sul territorio, il successo che meritava una pellicola così affascinante, il terzo appuntamento per 'commemorare' il registra - dopo la presentazione del volume "Pier Paolo Pasolini - La 'voce' che non si spegne" e l'inaugurazione della mostra fotografica "Scene dal Vangelo secondo Matteo" ancora in visione fino al 19 aprile -, ha dato modo di riparlare dell'incontro inaspettato con un cittadino ossolano la cui famiglia di origine friulana ha avuto come frequentatore privilegiato proprio il "Poeta di Casarsa" nel periodo di permanenza nel paese della sua gioventù e dove viveva la madre Susanna Colussi. Per una strana casualità, Susanna è il cognome stesso del sig. Paride arrivato a Domodossola dal Friuli nel 1971, unico ad essere emigrato e rimasto in vita insieme al fratello Alfio, mentre la sorella Maria, l'altro fratello Guglielmo e il padre Giuseppe sono già scomparsi. Erano gli ultimi due i più intimi di Pasolini, per ragioni politiche, artistiche e di amicizia; il primo era infatti segretario della sezione comunista di San Giovanni, dove Pier Paolo medesimo diventerà responsabile, mentre il secondo lo accompagnava spesso nelle scorribande di gioventù, oltre ad essere stato suo allievo (con la sorella)  nelle lezioni 'clandestine' a Versuta, dove con la madre erano sfollati dopo l'invasione tedesca; entrambi, poi, condividevano con lo scrittore la passione per la pittura.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 2/4/2015 alle 11:10 | Versione per la stampa
cinema
27 marzo 2015
A Varzo è la volta de "Il Vangelo secondo Matteo" il film più intenso e poetico di Pier Paolo Pasolini (nato per caso e diventato storia del grande cinema)

Dopo la bella serata del 21 marzo, con l'inaugurazione della mostra fotografica "Immagini dal Vangelo secondo Matteo" (fino al 19 aprile, le immagini scattate di nascosto sul set nel 1964 da Domenico Notarangelo) e la presentazione del volume e-book e cartaceo di Mnamon "Pier Paolo Pasolini - La voce che non si spegne" con gli articoli di Giorgio Quaglia e Giuseppe Possa tratti da "pqlascintilla" , è ora la volta della proiezione - sempre alla Torre di Varzo (VB) sabato 28/03/2015 - di quella che è considerata l'opera più intensa e poetica non solo della cinematografia dello 'scrittore corsaro'.



continua >>
CULTURA
25 marzo 2015
Per la mostra sul "Vangelo" di Pier Paolo Pasolini a Varzo una bella serata d'avvio con una incredibile sorpresa (...e l'incursione dei suoi amici al Festival di Venezia nel 1964)

 

Per l'interesse provocato, il folto pubblico presente e il suo svolgimento con una incredibile sorpresa, è stata proprio bella la serata di avvio - sabato 21 marzo - delle iniziative sul "Vangelo" di Pier Paolo Pasolini in corso presso la Torre di Varzo (VB). L'appuntamento, a cui hanno voluto presenziare fino alla fine l'assessore alla cultura Mauro Tiboni e il Sindaco Bruno Stefanetti  (il quale, nel suo appassionato intervento, si è detto fra l'altro orgoglioso di aver voluto e potuto ospitare nel suo Comune un tale evento), vedeva in contemporanea la presentazione del volume (online e cartaceo) "Pier Paolo Pasolini - La voce che non si spegne" a cura delle Edizioni "Mnamon" di Gilberto Salvi e contenente (oltre a svariate fotografie esposte) gli articoli di Giorgio Quaglia e Giuseppe Possa riferiti a Pasolini e apparsi sul blog "pqlascintilla" dal 2009 al 2014, nonché l'inaugurazione della mostra "Immagini dal Vangelo secondo Matteo di Pasolini", costituita dalle fotografie scattate di nascosto sul set del film da Domenico Notarangelo e in parte affidate al circolo "Lumiére" di Trieste.

Grazie alla presenza degli operatori di Azzurra TV-VCO prima dell'avvio della conferenza, martedì 24 marzo l'emittente locale ha mandato in onda un esauriente servizio che abbiamo trasferito sull'account "pqlascintilla" di Youtube e può essere visionato cliccando su questo link:  

                   https://www.youtube.com/watch?v=1IpZ5YXS6RQ                                       



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 25/3/2015 alle 10:36 | Versione per la stampa
CULTURA
20 marzo 2015
Al via le iniziative su Pasolini a Varzo: cresciuto l'interesse intorno a mostra fotografica e proiezione del "Vangelo secondo Matteo"

 

Con un termine filmico di richiamo pasoliniano ...'trilogia'..., il bisettimanale Eco Risveglio dell'Ossola titola così l'evento del 21 marzo: "Un inedito Pasolini in Ossola: Varzo gli dedica una trilogia". La presentazione, a cura delle Edizioni "Mnamon" di Gilberto Salvi del volume online e cartaceo "Pier Paolo Pasolini - la 'voce' che non si spegne", che raccoglie gli articoli riferiti al regista di Giorgio Quaglia e Giuseppe Possa pubblicati su "pqlascintilla" dal 2009 al 2014, poi l'inaugurazione della mostra fotografica "Scene dal Vangelo secondo Matteo" (con le foto "rubate" sul set del 1964 da Domenico Notarangelo) alle ore 17 presso la Torre del centro della Val Divedro e infine la proiezione del film il sabato successivo 28.03 sempre alle ore 17, stanno così catalizzando l'attenzione degli estimatori di una delle figure più importanti del panorama culturale e artistico non solo italiano, ma anche di coloro che fino ad oggi magari non hanno avuto alcun 'contatto' con la stessa.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 20/3/2015 alle 10:15 | Versione per la stampa
cinema
17 marzo 2015
Insieme a Mauro Magrì, 'muore' anche un po' di cinema dell'Ossola (avrebbe dovuto presentare il "Vangelo" di Pasolini a Varzo)

 

"Ti aspettiamo il 20 novembre, per non far morire un’emozione che dura da 28 anni".

Così, nella sua qualità di presidente dell'Associazione cineforum di Domodossola, Mauro Magrì concludeva nell'autunno scorso il suo comunicato ai soci che annunciava l'avvio della stagione 2014-15, la ventinovesima appunto da quando nel lontano 1986, insieme ad un gruppetto di persone appassionate della settima arte e intraprendenti (Riccardo Svilpo, Angelo Marenzana, Luisella De Filippi, Ilario Placanica e Antonella Tellini), diede vita all'organizzazione che avrebbe reso abituale e molto seguito a Domodossola l'appuntamento annuale con un programma di proiezioni di sempre più alto livello e di altrettante valide iniziative collegate. Lo avrebbe ricordato lui stesso in occasione della ricorrenza del ventennale con queste parole:



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 17/3/2015 alle 10:31 | Versione per la stampa
spettacoli
14 marzo 2015
Serata culturale al Wave di Milano

Organizzata da MilanLive Music di Roby Baroni e Max Caramani, con scrittori, fotografi, artisti diversi... tanta musica... e degustazione di prodotti eno-gastronomici. A presentare l’evento c’era Dario Bordet, giornalista e conduttore televisivo.

Grande serata culturale giovedì sera al Wave Cocktail Bar, un salotto unico nel suo genere retrò, nel cuore di Milano in via De Amicis 28.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. milano wave

permalink | inviato da pqlascintilla il 14/3/2015 alle 19:9 | Versione per la stampa
letteratura
13 marzo 2015
Paese mio: nuova collana per chi ha qualcosa da dire

Le ultime pubblicazioni della casa editrice “Il Rosso e il Blu” di Santa Maria Maggiore (VB), curate dallo scrittore Benito Mazzi

 

E’ uscito ai primi di febbraio un nuovo libro dell’editrice “Il Rosso e il Blu” di Santa Maria Maggiore in valle Vigezzo. E’ intitolato Dai dai, cünta sü (la Vigezzo si racconta)”. Curato da Benito Mazzi, è un “libro di gruppo”, nato a ruota libera dalle testimonianze, dai ricordi e dalle chiacchierate con la gente della valle



continua >>
letteratura
5 marzo 2015
"Pier Paolo Pasolini: la 'voce' che non si spegne": il nuovo e-book di Mnamon per commemorare il suo "Vangelo" in mostra a Varzo (e oggi i 93 anni dalla nascita)

 

Il 5 marzo 1922 nasceva a Bologna Pier Paolo Pasolini, il quale sarebbe diventato uno degli intellettuali-artisti più originali, intensi, discussi e drammatici (finirà ucciso la notte fra l'uno e il due novembre 1975) del secolo scorso. Così, a supporto della mostra "Scene dal Vangelo secondo Matteo" allestita a Varzo (VB) dal 21.03 al 19.04.2015 (con le foto "rubate" sul set nel 1964 a Matera da Domenico Notarangelo) e in appunto concomitanza con il novantatreesimo anniversario, le Edizioni "Mnamon" di Gilberto Salvi hanno messo a disposizione un nuovo e-book contenente gli articoli di Giorgio Quaglia e Giuseppe Possa, relativi in modo più o meno diretto allo "scrittore corsaro" apparsi sul blog "pqlascintilla" fin dalla sua nascita nel marzo 2009 e fino al dicembre 2014.

Il volume, corredato fra l'altro da una serie di fotografie esposte alla mostra, si può scaricare in modo facile e veloce solo al prezzo di 1 euro dal sito di "Mnamon" (e da numerose altre librerie on-line collegate fra cui Amazon), cliccando su questo link:

               http://www.mnamon.it/pier-paolo-pasolini-la-voce-che-non-si-spegne-ebook.html

In occasione dell'inaugurazione dell'esposizione fotografica, che avverrà sabato 21 marzo alle ore 17 presso la Torre del capoluogo della Val Divedro, sempre a cura delle Edizioni "Mnamon" lo stesso volume si potrà reperire anche in versione cartacea. Anticipiamo di seguito, per continuare a 'commemorare' a modo nostro e come stiamo facendo da tempo la cara figura di Pier Paolo Pasolini, la prefazione al libro ad opera di Giuseppe Possa.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 5/3/2015 alle 19:34 | Versione per la stampa
CULTURA
2 marzo 2015
Il "Vangelo" di Pasolini: da Matera a Varzo (mostra delle foto "rubate" sul set nel 1964 e proiezione del film)

 

Evento eccezionale in coincidenza con l'inaugurazione degli "incontri con gli autori" organizzati dalle Edizione "Mnamon" di Gilberto Salvi nel corso di tutto l'anno presso la Torre di Varzo (VB), con il patrocinio dell'Amministrazione comunale, della Biblioteca "Andrea Bertocchi" e dell'Associazione per la tutela del patrimonio storico della Valle Divedro. Infatti sabato 21 marzo alle ore 17, sarà inaugurata la mostra fotografica "Scene dal Vangelo secondo Matteo", composta dalle immagini "rubate" sul set da Domenico Notarangelo di Matera (il quale lavorò e collaborò nella pellicola pasoliniana del 1964) e poi donate al Circolo cinematografico "Lumiere" di Trieste diretto da Dino Mosca, che le ha trasformate in esposizione itinerante già ospitata negli anni scorsi in svariate città italiane e all'etero. Grazie al nostro blog ora tali importanti documenti saranno a disposizione del pubblico ossolano e di tutta la provincia fino al 19 aprile 2015, con apertura al sabato dalle 16 alle 19 e alla domenica dalle 10 e alle 12 e dalle 15 alle 19, mentre per le visite fuori orario e per le scolaresche è possibile accordarsi telefonando al 3663051094.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 2/3/2015 alle 18:37 | Versione per la stampa
sfoglia
marzo       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1321071 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>