.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
arte
19 maggio 2016
L’iperrealismo emozionale di Antonio Martino


Antonio Martino ha avuto il dono e la passione per il disegno, fin dagli anni giovanili trascorsi a Montesano (SA), dove è nato nel 1947. Dopo gli studi artistici, ha vissuto per alcuni anni tra la Germania e l’Olanda. Qui la sua pittura, che tramette emozioni soavi e di estrema purezza cromatica, ha subito influenze fiamminghe. Ammalianti sono i suoi lavori di questo periodo, soprattutto per le graziose nature morte, i mulini a vento, le architetture delle città e dei canali olandesi, realizzati con minuzia di particolari. Erano gli anni Settanta e ha esposto con personali e collettive in diversi Stati europei, ottenendo un meritato successo.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Antonio Martino iperrealismo

permalink | inviato da pqlascintilla il 19/5/2016 alle 13:58 | Versione per la stampa
arte
19 maggio 2016
CAM – Catalogo dell’Arte Moderna n. 51

Gli artisti italiani dal primo Novecento a oggi

Cairo Editore (Editoriale Giorgio Mondadori), Milano.

Il “Catalogo dell’Arte Moderna”, Cairo Editore, si propone come strumento divulgativo e conoscitivo non solo per gli addetti ai lavori e illustra in modo puntuale e rigoroso il variegato panorama dell’arte in Italia, partendo dall’inizio del XX secolo fino a oggi, attraversando l’intero repertorio della produzione contemporanea in tutte le sue espressioni, figurative, astratte e informali.



continua >>
letteratura
10 aprile 2016
Claudio Zella Geddo: “L’ombra del cuore”.

Claudio Zella Geddo di Vogogna, docente, giornalista, critico d’arte, poeta, scrittore, vincitore di alcuni importanti concorsi letterari, ha già dato alle stampe un libro di poesie e due libri di racconti “Ombre e segni sul cammino di Santiago” e “Non del tutto... e altri racconti”, poi confluiti in e-book Mnàmon col titolo “La partitura”. Ora, sempre per le edizioni Mnàmon di Milano, sia in cartaceo che in e-book, pubblica il romanzo “L’ombra del cuore”.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 10/4/2016 alle 16:59 | Versione per la stampa
DIARI
3 aprile 2016
"pqlascintilla" da oggi anche su 'wordpress.com' per garantire la continuità del blog


Dal 2 aprile 2016 il blog "pqlascintilla" ha iniziato a pubblicare i suoi servizi sulla piattaforma "wordpress.com":

https://pqlascintilla.wordpress.com/

Da ormai svariati mesi infatti 'il cannocchiale' (che ci ha ospitato fin dall'esordio nel febbraio 2009) non garantisce più la funzionalità del sito con continue e ripetute interruzioni che non consentono la visibilità dei pezzi e ne rendono difficoltoso il caricamento. Così, per rispetto dei nostri affezionati lettori e dei tanti anche nuovi che ci hanno fatto raggiungere quasi un milione e settecentoventimila letture, abbiamo appunto deciso di ricercare un altro spazio in cui proseguire le nostre pubblicazioni. L'impostazione e la sostanza del blog non cambiano, anche se consideriamo sperimentale l'operatività nel nuovo 'spazio' (quello definitivo dovrà garantire anche il trasferimento e l'utilizzo di tutto l'archivio di "pqlascintilla"), mentre per quanto riguarda la precedente piattaforma che resterà a disposizione a titolo di consultazione nei momenti - per ora sempre più scarsi - di funzionalità. Cogliamo l'occasione per ringraziare di cuore tutti coloro che in questi anni ci hanno seguito e apprezzato e vorranno continuare a farlo, oltre ai lettori che decideranno di iniziare a conoscere su 'wordpress' il nostro blog.

Giorgio Quaglia     Giuseppe Possa





permalink | inviato da pqlascintilla il 3/4/2016 alle 17:26 | Versione per la stampa
SPORT
20 marzo 2016
Benito Mazzi: “Il Toro nell’anima. Emozioni e ricordi della provincia Granata”

Il Rosso e il Blu Editore, S. Maria Maggiore, 2015 (pag 134, euro 16.00).

Il volume è corredato con la presentazione di Eraldo Pecci, centrocampista del Toro di Radice che nel 1976 vinse lo scudetto, e con un intervento dell’On. Enrico Borghi (<<...Il Toro non è solo una squadra di calcio. E’ la metafora della vita. O meglio della vita di chi non nasce con la camicia, di chi non ammette la logica dei salotti buoni, di chi sceglie l’idea che siano fatica, sudore e sacrifici a stare alla base dei risultati...>>)

Non occorre essere tifosi granata per apprezzare la parabola sportiva del grande Torino, che con le sue leggendarie vittorie e la sua tragica fine a Superga è entrato nel cuore di tutti gli sportivi.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. torino benito mazzi vigezzo il toro nell'anima

permalink | inviato da pqlascintilla il 20/3/2016 alle 11:9 | Versione per la stampa
letteratura
12 marzo 2016
“Attraversando muri di silenzio”. Poesie dal carcere sul carcere.

(a cura di Silvana Ceruti e Alberto Figliolia, prefazione di Umberto Veronesi)

<<Le loro “parole” – scrive Orietta Pontani, che è stata responsabile delle Segreterie di Redazioni di due importanti mensili – sono musica che si libra nell’aria come ali verso la libertà>> e rivolgendosi ai fondatori e coordinatori del “Laboratorio di scrittura creativa del Carcere di Milano-Opera” li definisce <<angeli speciali dal grande cuore, che si dedicano con amore cercando di alleviare, anche con un solo sorriso, la vita di questi nostri fratelli più sfortunati>>.

Anche nelle abiezioni e nei dolori più profondi della vita, nella solitudine e nell’abbandono, anche nelle angosce di un vivere “altrove”...



continua >>
arte
20 febbraio 2016
MORENO PANOZZO: TRIBUTE 915-015

Le sue maestose sculture e le sue prestigiose tecniche miste sono apprezzate, ormai da decenni, in campo internazionale. Ora il suo impegno artistico-umanitario lo ha portato a “Tribute 915–015”, una coinvolgente “performance” dedicata alla prima guerra mondiale, affinché – a un secolo di distanza – nessuno dimentichi quegli orrori e per scongiurare che si ripetano nel futuro. Ma è anche un monito contro i tanti conflitti che ancora lacerano il Mondo.

La più ampia e articolata intervista rilasciata dall’artista su questo progetto

 

 

(a cura di Giuseppe Possa) 

Il colore è sangue versato. Mescolato con lacrime e sudore s’allunga in trasparenze di luci cristalline, poi buio assoluto. Improvvisamente mi trovo in trincea, mi scopro a impugnare armi mortali che cantano sul torace dello sconfitto, ma ugualmente su quello dei vincitori.



continua >>
letteratura
10 febbraio 2016
Chiara Pelossi-Angelucci: “La felicità mi aspetta (e questa volta non farò tardi)” – Sperling & Kupfer, Milano.

L’autrice di “Cento lacrime mille sorrisi” (la storia di una famiglia normale che improvvisamente è sconvolta dalla lunga malattia della figlia appena nata, un calvario che è superato con la tenacia, la speranza e un umore allegro, nonostante il grande dolore che fascia il cuore dei genitori) ha ora pubblicato un romanzo spassoso e coinvolgente in cui la felicità sembra sempre a portata di mano: se ci sfugge, perché non coglierla al volo su nuovi orizzonti?

Fa bene allo spirito - in questo mondo globalizzato invaso da problemi di ogni genere - un po’ di felice entusiasmo che ci risollevi da ogni delusione esistenziale



continua >>
letteratura
1 febbraio 2016
Il “Malabrocca” di Benito Mazzi tra i migliori 10 libri di sport

secondo la classifica di Radio Deejey

Successo di un libro dello scrittore ossolano, edito nel 1993.

Radio Deejay ha inserito il romanzo di Benito Mazzi Coppi, Bartali, Carollo e Malabrocca, edito nel 1993 da Luciano Conti (Guerin Sportivo) e ristampato da Ediciclo di Portogruaro, fra i dieci migliori libri di sport che siano stati scritti. Questa la motivazione: <<Dopo tanti libri sui “grandi” dello sport, eccone uno su un perdente: Luigi Malabrocca. Quella del due volte “Maglia Nera” al Giro d’Italia è un’inedita storia sportiva vista da una prospettiva diversa. E’ quella di Malabrocca che, nell’Italia povera del dopoguerra, pedala lento per arrivare ultimo e aggiudicarsi le poche lire del premio di consolazione>>.



continua >>
arte
28 gennaio 2016
ALESSANDRO FACCHIN TRA PITTURA E SCULTURA


Architetto e artista legato alle arti figurative, in particolare alla pittura, alla scultura e al disegn, Alessandro Facchin è nato a Venezia il 18 febbraio 1970. Attraverso i suoi lavori cerca di creare sensazioni e sentimenti nei fruitori, non seguendo le mode o dipingendo soggetti stravaganti, ma rappresentando immagini poetiche, dove i colori vibrano di grande intensità emotiva, mentre le figure e gli oggetti approdano verso un incorporeo modularsi delle forme, connotato da una cifra espressiva del tutto personale.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 28/1/2016 alle 14:5 | Versione per la stampa
sfoglia
aprile       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1745946 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>