.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
DIARI
24 aprile 2013
I filmati e i servizi sulla Resistenza del blog e account "pqlascintilla"


Per commemorare il sessantanovesimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo, riteniamo opportuno riproporre i sette spezzoni del film “Quaranta giorni di libertà” che a suo tempo furono caricati sull’account “pqlascintilla” di You Tube. Le relative visualizzazioni hanno quasi raggiunto quota dieci mila, dimostrando il costante interesse nei confronti di tali documenti , visionati addirittura in svariati Paesi europei e in Giappone, negli Stati Uniti, in Canada e in Australia.

La particolarità dei filmati – anche come fattore specifico di tutta l’iniziativa – risiede anche nel fatto che il loro richiamo sul blog è accompagnato da servizi che delineano il ruolo e la vicenda umana di svariati personaggi della Resistenza, di solito raccontati nella stessa pellicola: da Gisella Floreanini al capitano Cino Moscatelli, dal colonnello Attilio Moneta al senatore Fausto Del Ponte (quest’ultimo scomparso di recente).

Il film per la tv “Quaranta giorni di libertà” (che racconta l’epopea della Repubblica partigiana dell’Ossola), sceneggiato da Luciano Codignola e con la regia di Leandro Castellani, ebbe un successo enorme sia per il suo taglio tutt’altro che retorico e celebrativo, sia per la miriade di personaggi locali che parteciparono alla sua realizzazione verso la fine del 1975.

Le penose vicende politico-istituzionale di queste settimane fanno da corollario ad una ‘festa della Liberazione’ sempre più lontana dal rappresentare un suggello definitivo dei valori e dei propositi che portarono al sacrificio un’intera generazione di giovani e che furono assorbiti nella Carta costituzionale, mentre continua ad aleggiare il pretestuoso e fuorviante “appello alla pacificazione”, nonché il tentativo di mettere sullo stesso piano i ‘combattenti’ di entrambe le parti; per giunta, proprio in spregio ad un preciso dettame repubblicano (l’art.11), l’Italia continua a partecipare a criminali azioni guerra in più parti del mondo (chiamate a volte con eufemismo “missioni di pace”).

Riproporre gli spezzoni di un film che in modo più o meno diretto richiama a tutto questo, ci è sembrato così il modo migliore per onorare la Resistenza e cercare di contrastare il degrado etico e morale attuale.

Giuseppe Possa          Giorgio Quaglia

Per visionare il primo filmato (l'inizio del film "Quaranta giorni di libertà" cliccare qui:


http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2696695

Per visionare il secondo filmato di "Quaranta giorni di libertà" cliccare qui:


http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2701501

Per visionare il terzo-quarto filmato di "Quaranta giorni di libertà" con il mitico comandante Cino Moscatelli, cliccare qui:


http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2711256

Per visionare il quinto filmato di "Quaranta giorni di libertà" con la ragazza partigiana Elsa Oliva, cliccare qui:

http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2715280


Per visionare il finale di "Quaranta giorni di libertà", cliccare qui:


http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2722383

Per visionare il filmato sul colonnello Attilio Moneta e sul capitano Alfredo Di Dio (valorosi partigiani della Repubblica dell'Ossola), cliccare qui:


http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2743772




permalink | inviato da pqlascintilla il 24/4/2013 alle 13:23 | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>