.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
arte
17 luglio 2017
THE SAXOPHONE ON JAZZ PARADE Nuovo libro di Giuliano Crivelli

crivelli

DOMODOSSOLA – “The saxophone on jazz parade” è il titolo del nuovo volume di Giuliano Crivelli, stampato a Domodossola in 200 esemplari da Printgrafica di Michele Pistone. Si tratta di un “concertato” variopinto di disegni, incisioni, grafiche e tecniche miste che raffigura in immagini “suoni” e scale “musicali” (l’autore, pittore di fama, è stato anche professore di musica e musicista assai noto), testimoniando questo affascinante mondo.

Non quello legato a suggestioni e consumo di breve durata, sedotto dalla moda del momento, ma a quello della poetica, della storia delle differenze e delle convergenze espressive, sempre in movimento evolutivo e creativo interno al jazz, popolato di talenti spesso sregolati ma geniali. Il Jazz è il linguaggio musicale più autentico e riconosciuto del Novecento, del quale s’imbeve questo libro, illustrato con strumenti e strumentisti che “vibrano” di quelle note e di quelle atmosfere.

In questa serie di opere Crivelli, ispirandosi a una grafica pittorica che ha saputo stravolgere canoni fermi da secoli, raffigura artisti, esecutori e compositori di soluzioni armoniche e melodiche nuove, immediate, quali Armstrong, Parker, J. S. Bach, Evans, Jarrett, Coltrane.

La pubblicazione è stata stimolata e favorita dall’amicizia e dalla reciproca stima che lega l’autore alla famiglia Zolla che da tanti decenni perfeziona i saxofoni con il marchio internazionale della Rampone e Cazzani Saxes di Quarna ed è impreziosita dalla presentazione di tre grandi musicisti statunitensi Chris Collins, Dave Liebman, Jerry Bergonzi, a cui s’aggiunge un’affettuosa dedica rilasciatagli dal maestro Roberto Olzer, pianista e compositore ossolano, con il quale Giuliano ha sovente suonato in passato.

In queste sinuose e morbide tavole di Crivelli c’è pittura e musica di mani talentuoseGiuliano Crivelli another dance come le sue, che hanno saputo con lucentezza rappresentativa coniugare le due passioni che gli hanno colorato e scandito ritmicamente la vita. Ogni opera pare attraversata da segni fulminei, segni rapidi e allusivi che compongono le immagini e che ne eccitano la stesura, rendendola animata di segrete energie nelle improvvisate volute dei sassofonisti, dei trombettisti o di altri strumentisti. Personaggi che escono dall’ombra per un monologo di gesti e di suoni, ma anche per comunicare, quasi emblemi di un’esistenza allucinata e fantomatica, eppure vera: una vita immersa in fumosi spazi dentro atmosfere grigie di nevrosi o sfavillanti di cromie.

Giuseppe Possa

Nella foto (Crivelli e il sassofonista Dave Liebman e la copertina di “The saxophone on jazz parade”).




permalink | inviato da pqlascintilla il 17/7/2017 alle 6:40 | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        agosto

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1994271 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>