.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
fotografia
25 luglio 2017
CIMAMULERA: “DA CIMA IN FORNO”, premiazione concorso fotografico

CIMAMULERA - Sabato 29 luglio alle ore 20,30 in concomitanza con la terza edizione dell’evento “Da Cima in Forno” a Cimamulera, organizzato dal Gruppo Giovani di Piedimulera e Le Faine di Villadossola (l’ età dei componenti è compresa tra i 18 e i 25 anni) e sostenuto in parte dalla Fondazione Comunitaria del VCO, si terrà la premiazione della 2° edizione del Concorso Fotografico, quest’anno dedicato al ritratto. Le quarantuno opere inviate, che saranno esposte lungo il percorso gastronomico della festa, sono state scelte da una giuria (i cui autori non erano ad essa noti) composta da Antonio Tancredi (Presidente), Carlo Pessina, Jean Pierre Strola, Sergio Bertinotti, Nicoletta Di Romano e Giuseppe Possa.

I vincitori e le motivazioni:

1° classificato: Massimo Stringara - Franco: <<Una figura di uomo da cui traspare profonda e serena umanità, vissuta ai confini del proprio quotidiano. Un bianco e nero classico e ben dosato nei toni che fa risaltare lo sguardo del soggetto che pare artisticamente avvolto in un’aura mistica; un’immagine che fa pensare ai ritratti classici di fine Ottocento>>.

2° classificato: Massimo Lanteri - “La bimba Harijan”: <<L’autore fa sua la lezione di Steve McCurry nella scelta del soggetto e nell’utilizzo del colore, rendendoci così un’immagine che fa molto riflettere sulla condizione umana, soprattutto quella delle persone meno fortunate>>.

3° classificato: Maurizio Scarafile – “Emozioni estive”: <<Un istante di gioia familiare imprigionato per sempre in uno scatto non costruito, ma raccolto al volo dallo sguardo vigile del fotografo>>.

Menzione speciale: Alberto Lorenzina – “Attesa”: <<Un buon utilizzo degli elementi compositivi porta ad avere il soggetto al centro dell’attenzione, il movimento del treno prelude al viaggio che la ragazza sta per affrontare, il tutto in un’atmosfera serena. Quasi uno scatto “pubblicitario”>>.

Menzione speciale: Massimo Antonelli – “Progetto black and light”: <<Ottimo tempismo nel riprendere una scena su di un palco approfittando dell’istante in cui gesto, illuminazione e tensione scenica sono al culmine. L’autore ha adottato un’inquadratura sapientemente composta che rende l’immagine ancora più affascinante>>.

Ecco i nomi dei 41 partecipanti (in ordine sparso) e i titoli delle fotografie:

Constanza Delvecchio – Cavallo; Caterina Pianta – Bimba;  Valentina Moretti - Sbrinz Route; Elisa Contardi - Insieme per la vita; Giorgia Marta - Il ghiaccio; Simone Zaretti – Pensieri; Valentina Baldin - Queen of Hearts; Anna Maria Barboglio – Nobiltà; Monica Cavestri - Sorriso ginnasta; Luciano Campani - Ritratto rubato; Loredana Gaggino - Il pescatore bretone; Lorenzo Ferraris – Chiara; Valeria Tantardini - bimba a Capo Verde; Bruno Foto - Un momento di ristoro; Lorenzo Pavesi - L’onnipotenza dell’Io; Sabrina Oprandi - Gli anni migliori; Massimo Stringara – Franco; Giannina Di Bello - Zia Palmira; Massimo Lanteri - La bimba Harijan; Davide Franchini - Antichi mestieri, il Mulita; Arianna Nucera - In un attimo; Simone Savia - Serate accese; Maurizio Scarafile - Emozioni estive; Andrea Del Piero – Dislivelli; Enrico Annibale Rossi - Bacio con coriandoli; Diego Tonietti - Macugnaga, fiera di San Bernardo; Eric Isotta - La forza, l’innocenza e la noncuranza; Luca Belotti - Gemelle da esposizione; Andrea Bossone – Maya; Claudia Tonossi - Un panorama, mille visioni; Danilo Leonardi - Ombrello a Stresa; Simone Cappelli -  NeroBianco; Alberto Lorenzina – Attesa; Massimo Antonelli - Progetto black and light; Daniele Carozzi – Bambina; Arianna Nisticò - Una semplice dolcezza; Vittorio Renna – Basso; Chiara Trevisan - Ritratto di vita quotidiana; Sabrina Lucio - Il mondo a colori; Federico Prosdocimi – Bambina; Giancarlo Olzer - Il Don.

Quanto sopra e le altre notizie sull’evento ci sono state fornite dagli organizzatori

CatturacimPERCORSO GASTRONOMICO: L’idea è nata nel 2015, per mettere nuovamente in funzione l'antico forno a legna, dove anni fa veniva preparato il pane di segale per tutta la Frazione. Cucineremo, anche quest’anno, le pizze nel forno e ci saranno altre 5 tappe enogastronomiche, dallo “Stinchètt” vigezzino con infuso di benvenuto, ai Salumi della Valle Anzasca con Vino Timorasso, dal minihamburger di battuta di fassona con Birra Open Mind del Birrificio Montegioco al gelato “Latte e Menta selvatica” di “Formazza Agricola”. La novità di quest’anno sarà la preparazione di un primo piatto con crudo della Valle Anzasca.

CONCORSO FOTOGRAFICO: Lungo il percorso gastronomico verrà esposta la miglior foto di ogni partecipante alla Seconda Edizione del Concorso Fotografico, che sono 41. Inoltre, verrà data la possibilità a chiunque sia interessato (non necessariamente partecipante al concorso) di esporre alcune fotografie.

BASKET: Torneo di street basket 3vs3 (dalle 15 alle 21:30) con 12 squadre partecipanti. Dj set dal pomeriggio fino a notte inoltrata.

INAUGURAZIONE MUSEO: In concomitanza con l’evento ci sarà l’inaugurazione del museo “Dai pascoli al formaggio”, al cui interno sono contenuti alcuni oggetti che hanno segnato la storia della latteria turnaria e oggetti agricoli coinvolti nella filiera del formaggio di Cimamulera. Il museo è situato all’interno del vecchio albo pretorio della frazione, il cui restauro è stato finanziato dal Comune di Piedimulera, dalla Fondazione Comunitaria Vco, dal Lions Club di Domodossola e dal Gruppo Giovani di Piedimulera.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. fotografia cimamulera cima in forno

permalink | inviato da pqlascintilla il 25/7/2017 alle 15:43 | Versione per la stampa
sfoglia
maggio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>