.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
letteratura
29 luglio 2017
MARIA GIULIANA SALETTA: TOP SECRET (Matilda Editrice, Foggia)

maxresdefault

Qualche anno fa, Maria Giuliana Saletta di Baceno (VB), insegnante, animatrice di laboratori, ideatrice e autrice di Echino (come lo definisce lei: “la sua anima bambina che si rifiuta di crescere: irriverente, ironica e monella”), sul numero 2 del periodico Echino Giornale Bambino (edizioni Mammeonline), registrato al Tribunale di Foggia, pubblicava, in 12 punti, i compiti delle vacanze di Echino. Quell’estate la lista, con qualche leggera variazione, fece il giro del web, grazie a una “maestra” romana che se ne impossessò, “dimenticando” di accennare la fonte, e così si finì per attribuire a lei quella lista. In seguito ai reclami della casa editrice e dell’autrice, che ne vantavano i diritti d’autore, quella “insegnante” si scusò privatamente con loro (che ne conservano ancora i messaggi), ma si guardò bene nelle interviste a radio, Tv e giornali di precisare chi per primo la portò alla luce. Ricordo questo vergognoso caso di plagio, oltre che a lode di Giuly (così chiama Echino la propria autrice), soprattutto per evidenziare l’originalità creativa di chi ha ideato (Maria Giuliana Saletta, appunto) quell’elenco che è stato così volgarmente copiato e saccheggiato.

Ora, la scrittrice ossolana (che ha già dato alle stampe altri libri) ha pubblicato un interessante romanzo breve, dedicato ai ragazzi dai 10 anni in su: “Top secret” (Matilda Editrice), la cui trama ovviamente continua a rimanere “segreta” per chi ancora non l’ha letto. Posso, però, anticipare qualche tema trattato, senza svelare complesse “verità” nascoste, ancora dominate dai pregiudizi.

Nella quotidiana tranquillità di un paesino di montagna, dove vivere non è sempre facile, Giulia, ragazzina dodicenne sveglia e intraprendente, annota sul diario, che le è stato regalato, i sogni, i dolori, le incomprensioni, la rabbia, gli affetti e tutti quei sentimenti tipici dell’adolescenza. I giorni scorrono tra la scuola e il desiderio, contrastato dai genitori, soprattutto dal padre, di diventare calciatrice che la protagonista insegue con tenacia: un diniego che la farà molto soffrire. Su quelle pagine si sfoga; scrive dell’amicizia con Luisa, delle emozioni e dei turbamenti provati per il primo amore, del dolore per la separazione dei genitori, ma si apre anche a pensieri di speranza. In “Top Secret”, che è un intercalare tra ciò che la ragazza appunta su quei fogli e il racconto narrativo, si parla anche di canzoni, di famiglia, di bullismo, di omosessualità, di conflitti generazionali (Giulia trova, comunque, comprensione dal nonno) e di verità inaspettate. Inoltre, il libro (111 pagine – 8 €) è impreziosito da schizzi e disegni di Paola e Vieri Sorrentino, mentre l’illustrazione e il progetto grafico della copertina sono di Antonio Boffa.

Personalmente, ammetto di aver letto “Top Secret” per curiosità amicale, ma alla fine ne sono rimasto affascinato e devo sottolineare che è scritto molto bene, con un ritmo quasi lirico, intenso e incalzante, forbito nel linguaggio e con la scorrevolezza dei migliori autori contemporanei. La lettura mi ha offerto, inoltre, molteplici spunti di riflessione, per l’acume, la concretezza e la sensibilità narrativa di Maria Giuliana Saletta che ha saputo mettere in evidenza, senza inutili forzature, il perbenismo, gli stereotipi, l’aridità dei sentimenti degli adulti e il loro voler continuamente mettere il naso, e non sempre con il buon senso, ieri come oggi, nelle scelte degli adolescenti alla ricerca dei propri sogni, aspirazioni, desideri da realizzare. Dal racconto si intuisce anche quanto possano essere mutevoli, bizzarri, imprevedibili, a volte piene di sorprese, gli intrecci, le situazioni od ogni altro accadimento della vita.

Giuseppe Possa

Catturamgs

sfoglia
maggio        agosto

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>