.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
fotografia
7 febbraio 2018
Ritratti e Paesaggi del fotografo Michele Frasca

Poesie per immagini

14203152_10207572191882514_3157324000481975600_nPiù che agli aspetti tecnici e a chi sta dietro alle fotocamere e agli obiettivi, a me preme il risultato delle immagini e dei soggetti fotografati. È, poi, affascinante notare come gli scatti di un fotografo possano essere differenti da quelli di un altro, nonostante che magari entrambi usino lo stesso tipo di attrezzatura o quasi e riprendano lo stesso soggetto. È, forse, per questo che sono stato attratto dalle istantanee di Michele Frasca raccolte e pubblicate nel suo catalogo di Ritratti e paesaggi, con scritti del Prof. Matteo Cammareri, del giornalista Michele Miscia e di Valentina Beltrami.

Per lui la fotografia è una parte di se stesso, una passione realizzata con capacità creativa, che ha cominciato a coltivare negli anni in cui è stato prima insegnante e poi dirigente scolastico, negli ultimi decenni nel Verbano Cusio Ossola. Campano di nascita, classe 1947, ossolano di adozione, attualmente vive a Colloro di Premosello Chiovenda e fa parte della “Cinefoto” di Domodossola.

cat frascaIn questo volume, Frasca mi sorprende per i luoghi e le persone che ritrae, soprattutto per le straordinarie sequenze in bianco e nero, con immagini che testimoniano anche una civiltà quasi completamente estinta. I ritratti in particolare mi affascinano, perché appaiono in tutta la loro realtà, che permette a chi sosta di ammirarli, spaziando, nel frattempo, nelle profondità del loro animo umano, sia nei volti scavati degli anziani, sia in quelli degli spazzacamini, mentre sfilano nella manifestazione annuale che si tiene in Valle Vigezzo, o in quelli di alcune belle ragazze colte nei costumi d’altri tempi.

Tre, a me paiono qui, i suoi percorsi tematici: paesaggi, ritratti, reportage. Nei paesaggi, scenari naturali e incontaminati, dove l’uomo e le sue tracce sono spesso las27332555_10211774064486703_3636441637444100340_nciati fuori, l’autore coglie atmosfere uniche e solitarie, con una carica espressiva ora tenue ora impetuosa, a volte con un lirismo fugace, altre volte con una poetica rigorosa, al di là della luce e delle condizioni meteo. Ci sono poi le istantanee documentaristiche, da “reportage”, dove vengono ritratti soggetti in situazioni e luoghi privati o pubblici, come strade, angoli di paesi, botteghe. Qui i protagonisti non sempre sanno di essere ripresi e le fotografie rivelano lo spaccato di certe realtà sociali o scene di vita quotidiana di gente umile. Questi scatti acquistano valore pure per la maestria della realizzazione e perché l’autore non vede e non documenta soltanto, ma ci pone di fronte al valore di testimonian27655484_10211778977169517_3370340762031446421_nza della fotografia, per i posteri. Nei ritratti, formalmente, colpisce l’approccio rigoroso, sovente in un bianco e nero pulito, illuminato, con sfondi neutri, quasi a non voler distrarre l’attenzione dal soggetto, la persona appunto, la quale sembra trovarsi completamente a proprio agio, davanti all’apparecchio fotografico, anche perché Michele sa instaurare con loro un certo tipo di situazione e di atmosfera.

I suoi lavori, in definitiva, sono sintesi delle cose affinché da oggetto diventino soggetto, proponendo così immagini delicate, senza artifici e nel rispetto del vero; riportando su un piano concreto espressioni e aspetti ambientali, culturali e di vita. Se il fotografo è una specie di pittore, Michele Frasca dalla pittura riprende le convenzioni caratteristiche prevalenti: la prospettiva, la posa del soggetto rappresentato, la composizione scenografica dell'inquadratura, il trattamento del paesaggio.

Giuseppe Possa


giusfrasca michele




permalink | inviato da pqlascintilla il 7/2/2018 alle 10:10 | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 2097996 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>