.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
letteratura
22 dicembre 2018
Chiara Pelossi Angelucci: “Un’improbabile cacciatrice d’indizi” (Gabriele Capelli Editore, Mendrisio - CH)

C’è un avvincente “giallo”, anche se non è stato commesso alcun delitto, in questo nuovocover-pelossi-web-gce romanzo di Chiara Pelossi Angelucci, ricco di intrighi, colpi di scena, ambigui segreti e doppi giochi,

Succede che Ilde, detective improvvisata, si trovi a indagare su un caso misterioso di lettere diffamanti, scritte per screditare un’attrice sulla via del successo: ma spedite da chi e per quale motivo? Un intreccio complicato, che sarà districato proprio da lei, la protagonista di “Un’improbabile cacciatrice d’indizi - lettere misteriose. Ilde è un’ultratrentenne single, un po’ pasticciona e sognatrice, con lavoro precario e non ancora pienamente realizzata nella vita, in continuo conflitto coi genitori “elicottero”, ma che si trova ad ereditare dallo zio Nello una piccola agenzia investigativa. La giovane decide di accantonare le sue inconcludenti ambizioni e di mutare le proprie abitudini, per impegnarsi con determinazione, seppure priva d’esperienza, in questa professione, senza la più pallida idea di come ci si muova in un simile ambiente. A conclusione, però, il lettore si troverà davanti a un finale da lei risolto a sorpresa, con sul banco non solo i fatti, ma anche la loro interpretazione, con un colpevole del tutto inaspettato e un epilogo teneramente comico.

schermata-2018-11-12-alle-09-05-26Abilissima nel catturare il lettore nella storia e brava a “dipingere” le persone fisicamente ed emotivamente con quel suo inconfondibile tono ironico, senza contare la capacità descrittiva dell'ambientazione, l’autrice racconta in modo esilarante simpatici e stravaganti personaggi: a partire da  Carmen, amica e confidente di Ilde, o da Alan, attraente e scanzonato, davanti a cui Ilde sente tremare non solo le vene e i polsi, fino a Suor Ignazia che svolge la sua missione tra arzilli vecchietti e attempate signore pettegole e saccenti; da Aldo, intrigante in tutti i sensi, con quel suo intercalare “se mi capisci”, a Gaia Montani su cui cadono non pochi sospetti, solo per citarne alcuni. Fino alla conclusione, le pagine risultano vive e scorrevoli, sempre deliziose, irte di battute spassose e con “stuzzicanti” spunti di riflessione, sostenute da un umorismo a volte allegro a volte spiritosamente inquieto.

Chiara Pelossi Angelucci è nata a Domodossola nel 1974, ma da più di trent’anni vive in Svizzera a Tenero col marito Massimiliano e i figli Noa e Anna. Aveva già dato allevendo-libri-chiara-pelossi-angelucci-1103007813 stampe due romanzi, scritti con un sorriso disarmante durante il dramma della sua piccola, colpita appena nata da una lunga malattia: un calvario che è stato superato con la tenacia, la speranza e un umore brioso, nonostante il grande dolore dei genitori. La storia, che aveva improvvisamente sconvolto la sua famiglia, fu poi romanzata nel libro autobiografico “Cento lacrime mille sorrisi”, pubblicato da “Sperling & Kupfer Editori” che ha avuto un grande successo di pubblico e di critica. Prima di questa fatica letteraria, “Un’improbabile cacciatrice d’indizi - lettere misteriose”, era apparso in libreria, sempre per i tipi di “Sperling & Kupfer”, “La felicità mi aspetta (e questa volta non farò tardi)”, scritto con brillante ironia e sottile umorismo. Chiara coltiva anche la passione per la cucina naturale (“pasticcera della natura” come si definisce) e sotto questa veste è impegnata come foodblogger, insegnante, autrice di ricette e speaker radiofonica.

Giuseppe Possa

10723169_10204029068721458_861093646_n

 

 

(G. Quaglia, C. Pelossi, G. Possa)

 

Per Informazioni:

www.gabrielecappellieditore.com info@directions.ch http://www.chiarapelossi.com www.cavoliamerenda.ch




permalink | inviato da pqlascintilla il 22/12/2018 alle 12:26 | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 2185672 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>