.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
letteratura
9 agosto 2019
A Gladys Sica per la poesia e a Luigi Papanice per la narrativa il Premio “BOGNANCO” 2019. Il Premio alla carriera a Umberto De Petri.

col patrocinio del Comune e delle Acque Terme di Bognanco

Domenica 14 luglio 2019,  al Padiglione Rubino di Bognanco Terme (VB)

66839354_10217755716316226_1879126613807857664_o

si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori del “Concorso di poesia e narrativa Bognanco Terme 2019” con interventi della presidente del premio, Elisa Contardi; del sindaco Mauro Valentini, che ha consegnato le targhe ai vincitori; dei critici letterari e d’arte: Enzo Nasillo e Giuseppe Possa. Franco Gattuso, presidente A.D.A. di Domodossola, Cosimo Russo (segretario) e Valter Zanetta, senatore emerito, hanno consegnato i diplomi offerti dall’associazione. E' poi seguita, a cura di Tino Malini, la presentazione del libro “Storie dell’altro mondo” dello scrittore bognanchese Giancarlo Castellano (https://pqlascintilla.wordpress.com/2019/04/19/giancarlo-castellano-storie-dellaltro-mondo). A Umberto De Petri è stato consegnato il premio alla carriera, per l'occasione è intervenuto il suo editore Gilberto Salvi di Mnàmon (MI). Il pomeriggio, con la presenza delle donne in costume della Val Bognanco, si è concluso con un rinfresco conviviale. Fotografo ufficiale Michele Frasca.

http://www.ossolanews.it/bognanco/montale-e-flora-erano-in-giuria-al-premio-bognanco-nel-51-20661.html

66590250_10215561390647490_5285474818467037184_o

La giuria composta da: Elisa Contardi (Presidente), Monica Mancini (Segretaria), Giuseppe Possa (Critico d’arte), Ada Biancossi (che leggerà i testi dei vincitori, alternandosi con la poetessa Laura Savaglio) ha assegnato i seguenti premi:

Poesia 

 1° premio a Gladys Sica di Milano con la poesia “La guerra che sommerge”: <<Lirica67236394_10215557373227057_2155228071035142144_o intensa, commovente e ricca di phatos, questa di Gladys Sica, poetessa italo-argentina, dettata da profonda riflessione interiore, dove il richiamo alla guerra - scatenata per egoismo o per una perenne conquista del potere e del dominio - diventa un’accorata esortazione per scongiurarla. Il suo ammonimento allegorico, non privo di speranza, è un invito, dall’intimismo soggettivo al sociale universale, affinché la nostra civiltà possa eliminare le sopraffazioni, le violenze, gli sfruttamenti scatenati ovunque tra gli uomini, ma, in coscienza, anche contro la natura o le altre specie. Tenendo conto che la poetessa è pure un’affermata pittrice e scultrice, i suoi metaforici versi appaiono quali pennellate di una tavolozza dalle forti tinte, spatolate dai colori multiformi o incisivi colpi di scalpello nel quotidiano e tormentato scorrere della Storia>>.

2° premio a Gaetano d’Alessio di Parabiago (MI) con la poesia “La bambola di pezza”: 66469343_10215557402627792_4454508748177670144_o<<I versi asciutti e assai riflessivi di Gaetano D’Alessio sanno emozionare il lettore e sgorgano da un atto “metaforico” dell’anziana mamma che accarezza una bambola di pezza senza saper più distinguere “tra finzione e realtà”. Un gesto che riporta alla mente del poeta, con nostalgia, ricordi giovanili. Sono proprio quei sentimenti vissuti nell’infanzia a mostrare la tristezza dell’immaginario mondo odierno dell’anziana madre, da cui però l’autore continua a cogliere amore, ricambiandolo con affetto e animo filiale>>.

3° premio a Massimo Ottolini di Cassano Magnago (VA) con la poesia “L’amore fra le66750628_10215557394467588_486743614248976384_o.jpg rughe”: <<Poesia tra il nostalgico e il crepuscolare, quella di Massimo Ottolini, ma che apre uno squarcio di speranza sul trascorrere inesorabile del tempo. Infatti, non si sgomenta, anzi trova una specie di liberazione nell’amore, un’onda che contagia anche chi gli sta accanto. La conclusione è un invito a non guardare ai segni del tempo scavati nel volto, ma a cogliere negli occhi, nel cuore e nell’animo ancora gioia e tenerezza>>.

Menzione d’Onore 

Renata Adua-Ruata di S. Maria Maggiore (VB) con la lirica “Progetti spaesati”

Rita Vecchi di Druogno (VB) con la lirica “Tristezza di cielo”

Fabiano Braccini di Milano con la lirica “Il fascino discreto dei silenzi”

Luigi Besana di Cantù (CO) con la lirica “Rimanenze”

Fabiola Chiara di Bollate (MI) con la lirica “Ubi Vult - Parole di vento”

Lucia Milani di Gorla Minore (VA) con la lirica “Evasione”

Narrativa 

1° premio al racconto “Il furto” di Luigi Papanice di Malesco (VB): <<Anche in questo67059926_10215557448428937_4528441095440302080_o racconto The Hulk (pseudonimo di Luigi Papanice) utilizza, come nei suoi 13 romanzi pubblicati, uno stile giallo-poliziesco, unitamente a una scrittura delicata e scorrevole, che riesce a coinvolgere e tenere in “suspence” il lettore fino alla fine. Il protagonista, di cui nessuno conosceva la vera identità, se voleva incassare il lauto compenso doveva soddisfare alcune precise richieste. Ha fallito, ma con abilità è riuscito a sfuggire alla cattura e a far perdere le proprie tracce… ma già “vola” verso una nuova efferata impresa>>.

2° premio al racconto “Sciarada” di Davide Savorelli di Sesto Fiorentino (FI): <<Il 66835474_10215557454469088_2541728102078218240_oracconto di Davide Savorelli, è stato premiato per la descrizione fresca e coinvolgente di una morte incomprensibile e misteriosa, se il fratello del Commissario non fosse stato un filologo appassionato di cinema, che ha saputo chiarire alcuni inquietanti interrogativi. Scritto con pennellate giallo-noir l’autore si rivela prosatore lucido e attento>>.

3° premio al racconto “Io depositaria di una vita” di Rosy 67173236_10215557459149205_5874299965571858432_oGallace di Rescaldina (MI): <<Il racconto di Rosy Gallace è un giallo ma non troppo, tuttavia, si distingue per l’andamento scorrevole della prosa, per la capacità evocativa che suscita emozioni e reminiscenze di un passato che se ne va, da cui si può anche recuperare una memoria affettiva>>.

Menzione d’Onore

Salvatore D’Errico di Napoli con il racconto “Delitto in riva al mare”

Andrea Pollarini di Cattolica (RN) con il racconto “Morte a mezzanotte”

Riccardo Armani di Caorso (PC) con il racconto “Delitto nel bosco”

Premio Bognanco alla carriera Umberto De Petri di Domodossola (VB) (targa Edizioni e-book Mnàmon di Milano):

66630212_10215557385067353_8930103264632897536_o<<Il premio Speciale Bognanco per la carriera 2019 è assegnato a Umberto De Petri, personaggio poliedrico, guida naturalistica e turistica del VCO. In particolare, per la Valle Bognanco ha proposto e organizzato escursioni sui numerosi sentieri. Profondo conoscitore della storia locale, ha consultato annate di riviste e vecchi quotidiani pubblicati in Ossola, dando poi alla stampa alcuni suoi libri dedicati alla cronaca d’altri tempi di molti paesi delle nostre valli, Bognanco compreso, affinché non se ne perda la memoria>>. Poiché la maggior parte di questi volumi, in cartaceo e in e-book sono pubblicati da Mnàmon di Milano, l’editore Gilberto Salvi ha voluto offrire la Targa con la quale viene premiato.

Umberto De Petri è nato a Domodossola nel 1955. Esercita la professione di guida ambientale escursionistica e svolge attività didattica in collaborazione con diverse scuole della zona. Collabora con alcuni enti dell’Ossola, in particolare con la Riserva del Sacro Monte Calvario, per la conduzione di visite guidate all’interno dell’area protetta. Interessato alla storia e alle tradizioni della propria terra, negli ultimi anni ha raccolto in fascicoli una serie di articoli tratti da vecchi giornali ossolani, a partire dalla fine dell’Ottocento, riguardanti i seguenti paesi: Bognanco, Caddo, Calice, Cisore e Mocogna, Montecrestese, Monteossolano, Montescheno, Premia, Salecchio, Santa Maria Maggiore e Crana, Trasquera, Trontano e Cosasca, Vagna, Varzo e molti altri. I libri sono pubblicati da Mnàmon.

66840445_10215557347306409_6658090664837775360_o

Giuseppe Possa, Elisa Contardi, Monica Mancini



permalink | inviato da pqlascintilla il 9/8/2019 alle 8:15 | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        novembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>