.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
fotografia
20 febbraio 2020
Carlo Pessina: 50 anni di calendari fotografici

Sono esposti fino a Pasqua all’Ossola Outdoor Center della NovaCoop a Bisate di Crevoladossola

86842029_10222574712895381_428257966542553088_n
C. Pessina, E. Rizzi, M. Di Martino

Sarà visitabile gratuitamente, fino al lunedì di Pasqua, la mostra di Carlo Pessina, inaugurata mercoledì 18 febbraio al primo piano del centro commerciale Ossola Outdoor Center della NovaCoop a Crevoladossola. Cinquant’anni di calendari in cui sono immortalate le più belle immagini del fotografo ossolano, che permette così ai fruitori di percorrere un viaggio a ritroso nel tempo, rievocando i paesaggi e i luoghi suggestivi del Verbano Cusio Ossola: “Molti oggi non sono più così, altri si sono trasformati, ma rivederli in queste immagini com’erano o come si sono trasformati sarà un grande patrimonio per il nostro territorio”, come ha ben sintetizzato lo studioso e storico Enrico Rizzi, durante la presentazione. Dopo il saluto dello stesso Pessina, è toccato a Monica Di Martino, dirigente di NovaCoop, coordinare l’importante evento che mette in luce, con la sua continua presenza culturale, quanto sia radicata anche da noi questa importante azienda di distribuzione, e a invitare il pubblico a visitare l’esposizione, cercando magari il proprio anno di nascita, una data del cuore o un luogo preferito.

86726352_10222574712655375_8818962275655221248_nTutti i calendari, di alta qualità e professionalità, di Pessina, in cui si può notare le molte aziende del Piemonte e non solo che li hanno scelti per comunicare con i propri clienti, raccolgono ambienti, arte e tradizioni, le nostre bellezze ed eccellenze: i laghi con le loro isole, le zone novaresi, le vallate ossolane, le manifestazioni e i prodotti della zona. Cinquant’anni di storia locale, ma anche di vita artistica di Pessina, che attraverso un archivio immenso di scatti, a partire dagli anni Sessanta, è ormai una “memoria storica” della provincia, per tutti quei giovani che ancora non erano nati in quel periodo e soprattutto per le future generazioni.

Praticamente, in tutte queste pubblicazioni, gli scatti appaiono come autentiche opere tra arte e poesia, proponendo negli anni, visioni, soggetti, colori, sempre diversi. Le istantanee sono state prese da terra o dall’alto, nelle quattro stagioni, ognuna con le proprie cromie e le proprie atmosfere da un maestro della fotografia e, infatti, i calendari possono anche essere considerati da “collezione”.

IMG_E2309Tra i calendari di Carlo Pessina, appesi in questo 2020 nelle molte case e uffici di aziende ed enti, voglio accennare a due in particolare: quello della ditta di trasporti Comazzi, presente sul territorio delle province del VCO e di Novara, e quello della Domo Graniti, una società domese specializzata nell’estrazione e commercializzazione di blocchi e lastre di serizzo. Le due pubblicazioni, professionalmente di alta qualità, si distinguono proprio per le immagini, che non sono prese a caso tra le miriadi che Carlo ha realizzato in questi ultimi anni, ma con un progetto preciso, in cui un tema peculiare è colto in ambienti, paesaggi oIMG_E2310 tradizioni, che ben s’intonano con i mesi e le stagioni. Inoltre, rendono un buon servizio pubblicitario per le loro aziende impegnate produttivamente nel territorio e danno la misura artistica dei lavori di Pessina, che una cinquantina di anni fa, fu il primo a dare alle stampe calendari inneggianti alle bellezze panoramiche dell’Ossola, quando nelle nostre valli giungevano solo quelli raffiguranti grandi città. L’autore ricorda che i primi tempi la Banca Popolare di Novara stampava 220.000 di questi suoi lavori, che erano diffusi in tutta Italia, con immagini del Monte Rosa, della Cascate del Toce, del Castello di Vogogna, della piazza Mercato di Domodossola o dell’Alpe Veglia, del Devero, del Sempione e di tante altre località caratteristiche ossolane.

Giuseppe Possa



86969401_10217258834162517_4298140701306126336_o




















Carlo Pessina e Giuseppe Possa (foto di Michele Frasca)

Il fotografo Carlo Pessina è nato a Domodossola nel 1939, dove risiede e opera dal 1955. Nel corso degli anni ha creato un archivio immenso di immagini in bianco-nero, a colori e poi in digitale. Ha collaborato a riviste, giornali, Enti ed agenzie fotografiche; ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti. Pessina, inoltre, per dare maggiore impulso e professionalità, con riprese più incisive e uniche, alla sua arte fotografica, nel 1972 ha conseguito il brevetto di pilota Aviazione Italiana.




permalink | inviato da pqlascintilla il 20/2/2020 alle 17:9 | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre        marzo

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 2435708 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>