.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
arte
9 luglio 2017
TOGO TRA FERMENTI E STIMOLI

8770togoridetraicolori

I dipinti di Togo (Enzo Migneco), al limite dell’astratto, sono pervasi dal senso della natura e possiedono i colori caldi del Sud: sono i paesaggi della solarità mediterranea, dove la luce è protagonista. Maestro dell’arte incisoria, il suo segno – fatto di perizia estrema che è assoluta padronanza del mezzo espressivo – dà il senso del suo stile inconfondibile. La città di Messina quest’anno lo celebra con un’antologica.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Milano Sicilia Migneco Arte

permalink | inviato da pqlascintilla il 9/7/2017 alle 8:25 | Versione per la stampa
arte
9 luglio 2017
TANO SANTORO: ARTISTA NELLA TOTALITA’

Pittore e incisore; siciliano di nascita e milanese d’adozione. Un artista che ha sempre operato con rigore professionale. Il Museo della Permanente di Milano gli ha dedicato una mostra e un catalogo. Dal 26 giugno 2017 espone alla Bocconi le sue opere recenti.

santoro14<<Ho sempre fatto il pittore. A questo mestiere – come dicevano i miei maestri – bisogna dedicarsi nell’assoluta totalità. Fin da ragazzo disegnavo d’istinto. Già intorno ai 14 anni, a livello locale, c’era gente che stimava e apprezzava i miei paesaggi. Ero attratto soprattutto dal mare, dall’isola Salina all’orizzonte, dall’ampio cielo terso e dai tramonti: un mondo osservato, ovviamente, con occhi adolescenti. A coinvolgermi, però, nel profondo sono stati i complimenti di artisti come Motti, Pizzinato, Mirabella, Zancanaro, che a quei tempi venivano a Capo D’Orlando, dove il comune organizzava ogni anno un premio di pittura (tuttora esistente), invitando personalità di fama e io mi ero intrufolato tra loro, spinto dalla curiosità e ammirazione giovanile. Fu Giuseppe Motti a far notare agli altri i miei quadri, a dirmi – vista l’età – che avevo un’inclinazione spontanea per il “segno”. Fu di certo allora che, affascinato da quei personaggi illustri, decisi di “abbandonarmi” interamente all’arte. In poche parole, mi sono ritrovato che dipingevo>>.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Milano Sicilia Arte

permalink | inviato da pqlascintilla il 9/7/2017 alle 8:6 | Versione per la stampa
arte
16 giugno 2013
INTERVISTA A GRAZIA MARINO (in arte DADAGABEM)

Grazia Marino (in arte “Dadagabem”) da giovane ­- come confessa - dipingeva poco e non era molto attratta dalla pittura;  preferiva usare crete, plastilina. A scolpire, aveva iniziato dodicenne, un giorno al mare, a Tarquinia. Vide nei dintorni un sasso di peperino che l’attirava e ha cominciato a incidere un guerriero col coltellino. <<A quel tempo>> inizia il suo racconto, <<disegnavo soprattutto a matita. Siccome ero un maschiaccio, prendevo la mia bici da corsa e con matita e blocco andavo a disegnare le architetture nel quartiere San Pellegrino, a Viterbo. Una volta si è avvicinato il noto artista Alberto Turchetti, che aveva lo studio nella piazzetta e mi disse: “Beh... niente male, visto che sei sul ginocchio senza un appoggio e hai una matita qualunque”. Poi, tanti ricordi, coincidenze, fatalità e combinazioni…>>.



continua >>
sfoglia
maggio        agosto

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>