.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
CULTURA
20 aprile 2013
NULLA SI E’ COMPIUTO: Il nuovo romanzo del pittore Giorgio da Valeggia

Il libro sarà presentato a “La Fabbrica di carta” di Villadossola (corso Italia 13), venerdì 26 aprile 2013, alle ore 18. <<Nulla si è compiuto è distribuito dalla Libreria GROSSI di Domodossola (piazza Mercato 37).

E’ fresco di stampa (dopo “La mia ombra ed io sul cammino di Santiago” e “La barca della Provvidenza”) il terzo libro di Giorgio da Valeggia, “Nulla si è compiuto”, che sarà presentato a Villadossola, durante le manifestazioni de “La Fabbrica di Carta”.

 



continua >>
arte
3 gennaio 2012
ANGELO DE FRANCISCO: LA COSCIENZA DELLE IMMAGINI ALL’ALBA DI UN NUOVO MILLENIO

Angelo de Francisco (Mazzaccara) è nato nel 1951 a Milano, dove vive e opera. Ha conseguito la Maturità classica e quella artistica sotto la guida di Franco Mazzucchelli; ha, poi, frequentato, l’Accademia delle Belle Arti di Brera, approfondendo con il critico e docente Guido Ballo il significato dell’Arte e del suo farsi.

 

di Giuseppe Possa

 

<<Vedere un quadro, non in “orizzontale”, ma in verticale comporta uno sforzo intellettuale… Se, però, si vogliono cogliere i semi di nuovi fermenti culturali, se si vogliono proiettare nel “domani” le aspirazioni dell’oggi - la “Storia” c’insegna - non è certo nella “superficie” delle forme che si colgono questi fermenti, bensì oltre quelle cose che ci appaiono dipinte>>. Queste parole che il pittore Angelo de Francisco ha posto nell’introduzione al suo libro, “La coscienza dell’immagine” (Editrice Nuovi Autori – Milano), sono la chiave di lettura del testo e del suo operare artistico. Egli, infatti, non si pone solo problematiche estetiche e formali, ma ricerca nelle immagini e dentro le immagini la “continuità” e la “radice” del significato di esistere.



continua >>
CULTURA
19 dicembre 2011
GIOVANNI BLANDINO: UNO SCULTORE CHE PLASMA MATERIA E SENTIMENTI

Articolo di Giuseppe Possa apparso sul n.14 della rivista di cultura e arte "ControCorrente", fondata a e diretta a Milano da Gianni Pre 

 
Mi ha colpito – entrando nello studio dello scultore Giovanni Blandino – un’inquietante “Maternità”, scolpita nell’equilibrato vigore plastico della materia lignea. L’opera, animata da un’insolita tensione interiore, rappresenta una donna seduta, leggermente protesa all’indietro, il volto teso verso il cielo a chiedere protezione. Le sue gambe, troncate dall’autore alle ginocchia, spingono il nostro sguardo sul ventre gonfio che ella stringe con mani frenetiche e da cui schizza fuori, verso l’alto, la parte superiore di un bambino, lui pure con lo sguardo sollevato, quasi alla ricerca di un “grembo” più vasto, mentre la madre sembra disperatamente trattenere il figlio dentro di sé, come se attorno ci fossero un mondo e un’umanità senza futuro.


continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. controcorrente giovanni blandino gianni pre

permalink | inviato da pqlascintilla il 19/12/2011 alle 14:13 | Versione per la stampa
arte
16 maggio 2011
PITTORI VIGEZZINI OGGI

Nello stupendo scenario della Valle Vigezzo, per antonomasia la Vallle dei Pittori, continuano a mantenere viva una tradizione artistica che ha avuto il massimo splendore con la Scuola di Belle Arti Rossetti-Valentini di Santa Maria Maggiore (VB). Una loro mostra è stata allestita nel 2008 a “La Fabbrica” di Villadossola (curata dall’Assessorato alla Cultura del Comune e presentata dal vicesindaco Marcello Perugini)con quadri di Verdiano Quigliati, Marino Bonzani, Salvatorino Casula, Giampiero Cattini, Vanni Calì, Carletto Giorgis, Anita Hofer, Carlo Mattei, Giovanni Mellerio, Gian Piero Pirinoli e Valentino Santin. Per l’occasione, la rivista di cultura e arte “ControCorrente” pubblicò un numero speciale a loro dedicato, con testi di Gianni Pre e Luca Ciurleo.



continua >>
arte
11 maggio 2011
CARLO BOSSONE: IL PITTORE DEL ROSA

In occasione della ricorrenza del ventennale dalla morte, il Comitato Carlo Bossone, presieduto dal nipote Moreno Bossone, vuole dare avvio all’analisi e allo studio più approfondito di questo artista attraverso le sue opere, ma anche attraverso le opere dei suoi proseliti, di quella scuola ormai definita “bossoniana”, affinchè il valore artistico e culturale del territorio ossolano possa maggiormente affermarsi con la consapevolezza che, sulla scia di un Grande Maestro, sono in fase di evoluzione e maturazione artistica numerosi suoi allievi (dai figli Giovanni, Raimonda, Lorenzo, ai nipoti Walter, Roberto, Riccardo, Tiziana, Alberto, fino ai numerosi allievi tra cui Stringara, Stefanoni, Mangiarini, Ferrari, Novellini, Fall, Caldi, Sartoretti, Adobati, Sgrena e molti altri). Parte quindi da ora, con la collaborazione della Provincia del Verbano Cusio Ossola, tutta una serie d’iniziative che si può sintetizzare con il seguente slogan: Carlo Bossone, uno stile, una scuola

Per onorare il maestro, pubblichiamo su “La Scintilla” un contributo che valorizzi l’importanza dell’artista del Rosa nell’ambito della pittura paesaggistica del Novecento.


continua >>
arte
6 maggio 2011
IDA BUDETTA: PITTRICE DI FORME IN STATO D’ILLUMINAZIONE

Sono andato a trovare Ida Budetta nel suo studio milanese e aggirandomi tra i quadri (dai titoli emblematici come: <<Forse era un angelo>>, <<Ermafrodito blu>>, <<Sonata per un inganno barocco>>, <<Amazzone metropolitana>>, <<Nostra signora dell’ambiguo latente>>, <<Tramite mistico>>, <<Annunciato con nodo>>, <<Annunciante dei semi dell’ambiguo latente>>, <<Stranianti androginie>>) le chiedevo di parlami di lei.

È difficile, però, colloquiare con questa pittrice introversa, chiederle delle sue esperienze: detesta confidarsi, preferisce vivere nel silenzio; sente la difficoltà di un dialogo, di una vera comunicazione, se non attraverso l’arte


continua >>
letteratura
3 maggio 2011
LA SVOLTA di Francis Sgambelluri

Terzo romanzo di Francis Sgambelluri, autore originale, dallo stile narrativo rapido e incalzante, che con questo racconto, pirotecnico e ricco di invenzioni, riesce ad offrirci un mondo di personaggi stimolanti della società contemporanea.

La travagliata emancipazione di Andrew Salonegri (dal suo solito concepimento, fino alle più imprevedibili avventure della sua vita sregolata, alcune delle quali piovutegli addosso in modo del tutto casuale) è peculiarmente una lotta contro le catene culturali: sono queste, infatti, che egli ritiene di dover spezzare per sentirsi libero, responsabile e maturo.



continua >>
arte
12 aprile 2011
TANO SANTORO: ARTISTA NELLA TOTALITA’

Pittore e incisore; siciliano di nascita e milanese d’adozione. Un artista che ha sempre operato con rigore professionale. Di recente il Museo della Permanente di Milano gli ha dedicato una mostra e un catalogo.

<<Ho sempre fatto il pittore. A questo mestiere – come dicevano i miei maestri – bisogna dedicarsi nell’assoluta totalità. Fin da ragazzo disegnavo d’istinto. Già intorno ai 14 anni, a livello locale, c’era gente che stimava e apprezzava i miei paesaggi. Ero attratto soprattutto dal mare, dall’isola Salina all’orizzonte, dall’ampio cielo terso e dai tramonti: un mondo osservato, ovviamente, con occhi adolescenti.


continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Tano Santoro Naso Milano Controcorrente

permalink | inviato da pqlascintilla il 12/4/2011 alle 8:26 | Versione per la stampa
CULTURA
1 aprile 2011
Giuseppe Possa: "Quotìdome"

Il volume con la prefazione di Gianni Pre si trova in e-book su Mnàmon

http://www.mnamon.it/poesia/quotidome/flypage.tpl.html

Stanno aumentando di giorno in giorno i cultori dei libri in formato elettronico, o meglio digitale, che si possono leggere su computer, telefonini di ultima generazione, palmari o appositi strumenti. E non solo si presentano come nel formato cartaceo, ma ne imitano la forma e danno la possibilità di scorrere le pagine, offrendo nel frattempo l’opportunità di mettere dei segni o di consultare le parole in modo simultaneo sui dizionari.

 
Dopo i libri di Giorgio Quaglia, anche il volume di Giuseppe Possa (che con lui condivide questo blog) con le poesie di <<Quotìdome>> (pubblicato nel 1985 e ripubblicato da Controcorrente nel 1998) esce ora in e-book su Mnàmon (http://www.mnamon.it ), con tavole del pittore Giorgio da Valeggia.

continua >>
arte
2 gennaio 2011
GIOVANNI CONSERVO: NELLE SUE OMBRE SCOLPITE, L’INQUIETUDINE DELL’UOMO CONTEMPORANEO

Scultore di forte intuito, dotato di eccezionale vigore espressivo e di una straordinaria vitalità plastico-costruttiva. E’ morto nell’ottobre del 2010 a Milano, dove aveva insegnato per lunghi anni all’Accademia di Brera. Siciliano d’origine, portò dentro la ruvida e incantata semplicità della sua terra, scolpendo le ombre delle figure impresse: "impronte" di esseri umani e delle loro vitali aspirazioni, avvolte in un sentimento di provvisorietà.

Era un giorno d’aprile del 1985: passavo per caso in via Brera e dando un’occhiata incurante dentro la Galleria Ponte Rosso (a quel tempo mi interessavo più che altro di letteratura), fui colto da un’emozione improvvisa, da un non spiegabile impulso interiore, provocati dalle sculture che stavano là esposte.



continua >>
sfoglia
marzo        maggio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>