.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
letteratura
10 luglio 2017
Sarà ricordato a Bognanco Don Remigio Biancossi (1917-2003)
drb 1

Sarà presentato al Padiglione Rubino delle terme di Bognanco, domenica 16 luglio, in concomitanza con la premiazione del “Concorso letterario Bognanco Terme 2017”, il cofanetto contenente i due libri (oltre 550 pagine) dedicati a don Remigio Biancossi. Ne è autore Pier Franco Midali, che li ha pubblicati, per celebrare i cento anni dalla nascita del sacerdote e poeta bognanchese, con L’Associazione Culturale Giovan Pietro Vanni. I volumi, autorizzati dagli eredi che hanno messo a disposizione del curatore archivio e documenti, sono corredati con testi lirici e narrativi, fotografie, alcuni inediti, un vasto apparato critico e i contributi di illustri studiosi del mondo laico e religioso: hanno scritto di lui, oltre a Midali, il cardinale Renato Corti e il giornalista scientifico Piero Angela, i sacerdoti don Luigi Preioni e don Luigi Tramonti, lo storico Pier Antonio Ragozza, il pittore Pier Giorgio Novellini e il maestro Pietro Mencarelli, il critico Giuseppe Possa, l’antropologo Luca Ciurleo e ancora Lorena Bagnasco e Gian Carlo Castellano; da non dimenticare anche il contributo di tre sindaci: Remigio Mancini di Bognanco, Claudio Simona di Antrona Schieranco e Alberto Preioni di Borgomezzavalle. Vanno, infine, aggiunti i ricordi dei familiari di don Remigio e i disegni legati alla Resistenza del pittore ossolano Giuliano Crivelli che ha concesso di riprodurli nell’antologia, unitamente alla grafica dedicata al “cestino da pesca di don Remigio”, lavori tanto cari al sacerdote che li inserì nei suoi libri.

https://pqlascintilla.wordpress.com/2017/04/20/intervista-a-pier-franco-midali-autore-di-don-remigio-biancossi-1917-2003/#more-1297

Pubblichiamo qui di seguito un ricordo di don Remigio Biancossi scritto dal professor Raffaele Fattalini, scrittore ed elzevirista, autore di libri e cultore della storia della letteratura, proiettandola non solo nel locale, ma anche in campi più vasti



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 10/7/2017 alle 8:13 | Versione per la stampa
letteratura
9 luglio 2017
PREMIAZIONE CONCORSO BOGNANCO TERME 2017

Domenica 16 luglio 2017 a partire dalle ore 14.30, al Padiglione Rubino di Bognanco Terme, si svolgerà la cerimonia di premiazione dei vincitori del Concorso Bognanco 2017, a cui seguirà la presentazione, a cura di Pier Franco Midali, del cofanetto contenente i due volumi dedicati al sacerdote e poeta bognanchese don Remigio Biancossi (1917-2003).

terbogn-300x199



continua >>
letteratura
9 luglio 2017
Eugenio Giudici: “Chiare Fresche Dolci Acque” (Ed. Eclissi, Milano)

Un giallo ambientato tra Bognanco e Pallanza, ma questo romanzo può essere anche noir verde rosso blu e di altri colori perché parla di pittura, pittori, critici, collezionisti e mercanti, in un gioco tra presente e passato, vero e falso, amore per l’Arte e passione per il denaro.

9788899505233_0_0_300_80Dalle acque di montagna a quelle del lago. Da Bognanco, rinomato centro per la cura delle acque e oasi serena per villeggiare, a Pallanza sul Lago Maggiore, sono i luoghi con qualche escursione fuori provincia, in cui si sviluppa la storia di “Chiare Fresche Dolci Acque(Eclissi Editrice, Milano). Un romanzo giallo, ma anche noir, rosso, verde, blu e di altri colori, perché narra di pittura, artisti, critici, mercanti, collezionisti e di quadri (veri o falsi?), in cui rivive la Bognanco dei tempi d’oro un po’ reiventata, un po’ sognata, molto amata.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bognanco Milano Giallo

permalink | inviato da pqlascintilla il 9/7/2017 alle 8:21 | Versione per la stampa
letteratura
8 luglio 2017
Intervista a Pier Franco Midali, autore di "don Remigio Biancossi (1917-2003)"

Due volumi in cofanetto (di oltre 500 pagine) – autorizzati dagli eredi, che hannodonremigio messo a disposizione di Pier Franco Midali l’archivio e i documenti del sacerdote e poeta di Bognanco (VB) – usciranno quest’estate per celebrare i cento anni della nascita. Corredati con testi lirici e narrativi, fotografie, alcuni inediti, un vasto apparato critico e i contributi di illustri studiosi del mondo laico e religioso, saranno pubblicati dall’Associazione culturale Giovan Pietro Vanni. Partito volontario come Cappellano degli Alpini in tempo di guerra, don Remigio, da prigioniero ma continuando la sua missione, visse in tredici campi di concentramento e sterminio. Fu coadiutore in alcuni paesi ossolani e poi parroco di S. Pietro Schieranco in Valle Antrona. Ventotto pubblicazioni testimoniano le sue profonde doti intellettuali e spirituali. Ottenne premi e riconoscimenti importanti.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. domodossola bognanco villadossola

permalink | inviato da pqlascintilla il 8/7/2017 alle 17:38 | Versione per la stampa
letteratura
14 dicembre 2016
MARIO BORGNIS: “LA CONSEGUENZA”

E’ il quinto libro dello scrittore vigezzino.

Questo romanzo di Mario Borgnis, “La conseguenza”, pur essendo il proseguimento del suo precedente (in effetti, l’epilogo di “Non giocare con il fuoco” lasciava presupporre un sequel), può essere letto tranquillamente come racconto a sé, poiché nella narrazione, con precisi flash back, l’autore porta a conoscenza del lettore le vicende trascorse dei diversi personaggi, qui riproposti mentre vivono nuove ma “conseguenti” esperienze.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. valle vigezzo mario borgnis la conseguenza

permalink | inviato da pqlascintilla il 14/12/2016 alle 15:13 | Versione per la stampa
letteratura
12 novembre 2016
I VINCITORI DEL 9° PREMIO NAZIONALE DI POESIA “QUANTARTE” di Domodossola

Si è svolta domenica 6 novembre, nelle storiche sale di Palazzo San Francesco a Domodossola, la cerimonia di premiazione del 9° Premio Nazionale di Poesia “Quantarte è anche parola”. La presidente Castelli Maria Luisa ha dato il via all’incontro con i ringraziamenti per i partecipanti, i presenti, il Comune di Domodossola, il Gruppo Folk Città di Domodossola, chi ha collaborato per la riuscita della giornata e la giuria del Premio (Prof.ssa Anna Brambati, Dott.ssa Maria Luisa Castelli, Pittore Giorgio da Valeggia, Decoratrice Anna Maria De Angeli Lavrano, Prof.ssa Maria Luisa Foresi, Pittore Franco Picchetti, Prof.ssa Silvana Pirazzi, Prof. Silvano Ragozza, Prof.ssa Laura Savaglio, Pittrice Laura Bonseri).



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Premio di poesia Quantarte Domodossola

permalink | inviato da pqlascintilla il 12/11/2016 alle 22:58 | Versione per la stampa
letteratura
9 settembre 2015
Il Vassalli 'famigliare' nel ricordo dell'amico Franco Esposito

 

Era considerato uno dei maggiori scrittori italiani ed europei viventi e la candidatura ufficiale al Nobel per la letteratura 2015 aveva confermato il prestigio raggiunto da Sebastiano Vassalli, al quale - fra l'altro - a settembre sarebbe stato assegnato il premio Campiello alla carriera. Anche per il territorio di Novara e del Verbano Cusio Ossola (pur se quest'ultima provincia non gli ha mai tributato la giusta e meritata attenzione e considerazione), la sua improvvisa scomparsa avvenuta a 73 anni poco più di un mese fa presso l'ospedale di Casale Monferrato dopo una breve ma inesorabile malattia, ha rappresentato perciò una perdita inestimabile, sia per la personalità di Vassalli (uomo schivo, riservato ma al tempo stesso non rifuggente da un acuto impegno civico rinnovato nel tempo anche attraverso gli interventi sui maggiori quotidiani), sia per la sua opera marcata da un rigoroso storicismo popolare e democratico, sorretto da una straordinaria capacità di raccontare vita e vicende umili, forse unico nel panorama letterario non solo nazionale. Con la sua, per giunta, si spegne una delle voci anticlericali, laiche più ferme e intelligenti, diventate negli ultimi decenni rare e preziose, anche in rapporto ai massicci e crescenti tentativi di invadere e condizionare - col pretesto della spiritualità, della fede e della religione - ogni espressione della vita collettiva socio-culturale: l'ultimo suo romanzo "Io, Partenope" (pubblicato postumo da Rizzoli e incentrato sulla vicenda vera di una suora nella Napoli del 1600 perseguitata da una Chiesa ipocrita e feroce, la cui città, Roma... "è la città dei papi, centro mondiale di una religione che si illude di avere un'immagine e una forma, ma non ha né l'una, né l'altra") suggella in modo sublime ed emblematico questo aspetto precipuo della sua complessiva e umana personalità. Per rendere omaggio a Sebastiano Vassalli, pubblichiamo di seguito (insieme, in calce,  alla sua bibliografia completa e a una breve nota biografica apparse sul sito http://www.novara.com/LETTERATURA/bibliografia900/vassalli.htm a cura di Roberto Cicala), un intervento di carattere più 'famigliare' di Franco Esposito che fu amico di Vassalli (forse il solo a possedere la quasi totalità dei suoi libri autografati) e al quale dedicò nel 2011 un numero speciale di "Microprovincia" di cui è il responsabile.

La Red azione



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 9/9/2015 alle 19:5 | Versione per la stampa
letteratura
18 luglio 2015
Il 'poeta' Gianfranco Contini "interpretato" dal prof. Enrico Margaroli (con una preziosa e inedita iconografia del grande filologo ossolano)

 

Proseguendo nel proposito di commemorare il venticinquesimo anniversario della scomparsa - avvenuta a Domodossola nel 1990 - del nostro illustre conterraneo Prof. Gianfranco Contini, abbiamo deciso di riproporre un interessante giudizio critico espresso a suo tempo dal Prof. Enrico Margaroli (già insegnante di lettere anche al Collegio Rosmini dove fu studente il medesimo Contini) e incentrato sull'analisi - 'tentativo di interpretazione' viene definito - di alcune poesie dell'insigne filologo, peraltro amico o studioso dei più grandi poeti della storia non solo nazionale

Inoltre, novità davvero notevole e speciale offerta ai lettori di "pqlascintilla", il servizio è stato corredato da straordinarie e inedite fotografie (con legenda in calce alla pagina), messe con generosità a disposizione dai figli Riccardo e Roberto, che ritraggono il Prof. Contini colto in momenti di intimità famigliare non solo qui nella sua terra natale e dove ha vissuto gli ultimi anni di vita.

                                                                   La Red azione

 



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. domodossola gianfranco contini

permalink | inviato da pqlascintilla il 18/7/2015 alle 19:10 | Versione per la stampa
letteratura
6 dicembre 2014
Nkulngui Mefana: scrittore camerunense

La moglie, sempre più spesso, mi costringe a svuotare i cassetti da quelle che lei chiama le mie “cianfrusaglie”. Così l’altro giorno, passando a uno a uno i fogli da buttare, ho trovato vecchi appunti di quando da giovane lavoravo in Camerun. Su uno di questi c’erano scritte alcune note riguardanti uno scrittore del luogo, conosciuto per caso a Yaoundé. Avevo completamente rimosso dalla memoria quell’incontro, ma ora mi sovviene, seppure molto vagamente: era il 1973.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. camerun cameroun mefana

permalink | inviato da pqlascintilla il 6/12/2014 alle 2:45 | Versione per la stampa
letteratura
13 ottobre 2014
Verbania: addio a Tiziano Salari, l’intellettuale inquieto

 

 

E' deceduto a Verbania, dove era nato nel 1938 e risiedeva, Tiziano Salari considerato un grande intellettuale, originale e inquieto. Nel 1982 aveva pubblicato Grosseteste e altro, iniziando un’attività critica di rivisitazione di figure e metodi della cultura novecentesca; attività che trova una prima sintesi nel volume Il grande nulla. Percorsi tra Ottocento e Novecento (prefazione di G.B. Squarotti, 1998). Nel 1995 esce il suo secondo libro di poesia, Alle sorgenti della Manque (prefazione di G. Luzzi). Vince il Premio Montano con Il pellegrino Babelico (nota critica di G. Gramigna, 2001) e il Premio Capoverso-Città di Bisignano con Quotidianità della fine (2004). Nello studio Le asine di Saul (1994) mette a punto la sua visione del saggio critico nella prospettiva di una convergenza fra pensiero filosofico e pensiero poetico, che trova una significativa realizzazione in Sotto il vulcano. Studi su Leopardi e altro (2005). Altre pubblicazioni: Strategie mobili (2000) e Versus (2004), e, in collaborazione con M. Fresa, Il grido del vetraio. Dialogo sulla poesia. Con Fresa ha curato inoltre le raccolte di saggi Le tentazioni di Marsia (2007) e La poesia e la carne (2009). Ultimi libri poetici: Il fruscio dell’essere (2007), Novellino (2007) e Essere e abitare (2011).

 

Su Tiziano Salari pubblichiamo di seguito un ricordo di Franco Esposito, direttore della rivista "Microprovincia", al quale era legato da profonda amicizia.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 13/10/2014 alle 14:57 | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>