.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
POLITICA
15 febbraio 2014
Il 'gioco' perverso della classe partitica

 

La sofistica, anche secondo la definizione data da Platone, è l’arte di creare le apparenze; chi la pratica, tentando di imitare la vera saggezza, provoca apparenze che ingannano: con riflessioni senza contenuto concreto e attraverso espressioni retoriche, i sofisti parlano di cose che non esistono, facendole apparire come reali.

Si sarebbe tentati, di fronte al modo in cui i partiti si esprimono e agiscono nel deprimente panorama italiano e alle conseguenze pratiche di tutto ciò (in questi giorni l’ennesimo ricambio di governo), di relegarli con una certa meritata ignominia a tale ‘categoria filosofica’ della quale la maggior parte dei loro dirigenti, ma non meno buona porzione della base elettorale e attivistica, appaiono fedeli adepti.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 15/2/2014 alle 18:10 | Versione per la stampa
CULTURA
25 novembre 2013
“Violenza contro le donne (femminicidio)”: il più imponente e mistificatorio tentativo di autoassoluzione (riuscito)

 

Oggi 25 Novembre 2013 il Paese, come in altre occasioni, si è distinto nel prendere parte a una fra quelle iniziative che con una litania sempre più stupida e inutile – tranne che per il mantenimento di apparati altrettanto stupidi e inutili – vengono lanciate dagli organismi più svariati (di solito in ambito ONU) e definite “giornate internazionali di, per o contro…”, nel caso odierno “per l’eliminazione della violenza contro le donne”. Una valanga di manifestazioni ha coinvolto numerose città e organizzazioni e l’insieme della struttura dell’in-formazione (in particolare televisiva, ma con uno specifico – più pedissequo – coinvolgimento dei social network ) ha riversato sulla massa più o meno in-differente degli utenti i relativi messaggi di “partecipazione, interesse, consapevolezza, indignazione”, ecc. ecc., mentre un certo numero di attori, cantanti e altri personaggi dello spettacolo si sono prodigati (tutti senza compensi?), con la stessa retorica enfasi professionale della totalità dei conduttori di programmi e talk show, per rendere più incisivo e ampio il generale ‘significato’ della giornata.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 25/11/2013 alle 19:51 | Versione per la stampa
politica estera
1 luglio 2013
"Spionaggio e farsa internazionali" (al servizio subdolo del solito 'padrone')

 

Forti parole di riprovazione hanno risuonato alte in svariate rappresentanze governative europee di fronte alle rivelazioni di alcuni quotidiani inglesi e tedeschi circa una mole consistente di ‘informazioni’ che la National Security Agency USA avrebbe raccolto in Paesi alleati senza alcuna autorizzazione e con la complicità (in riferimento all’Italia) dei rispettivi servizi segreti. La vicenda, che ha preso il nome di “datagate”, è venuta alla luce in seguito alle dichiarazioni (con relativi file) dell’ex agente CIA Edward Snowden fuggito e ricercato dalle autorità di Washington ed ora sotto assedio da giorni all’interno dell’aeroporto di Mosca, dopo aver chiesto asilo politico in Ecuador.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 1/7/2013 alle 20:46 | Versione per la stampa
SOCIETA'
26 giugno 2013
Un Paese armato (anche di 'criminosa' ipocrisia)

 

Il tripudio di retorica ‘pacifista’ che, dal “sacro Graml”  della Stampa in su (o in giù) e passando per i soliti ridondanti social network,  ha percorso con crescente enfasi l’italico stivale chiedendo a gran voce la rinuncia all’acquisto di una novantina di aerei caccia F35 (solo con la sostanziale e generale motivazione però che le ingenti risorse economiche occorrenti sarebbe più opportuno utilizzarle per  esigenze sociali, anche in questi periodi di ‘crisi’), dimostra per l’ennesima volta quanto basso rimanga – al di là delle apparenze – il livello di senso civico ed etico, della stragrande maggioranza dei cittadini, riflesso in questo caso consono alla propria “classe politico-istituzionale”.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 26/6/2013 alle 23:15 | Versione per la stampa
SOCIETA'
9 giugno 2013
Insorgere contro lo squallore quotidiano (il "fantasma" inquieto di Giangiacomo Feltrinelli)


Era il 14 marzo 1972 e il corpo dilaniato di Giangiacomo Feltrinelli fu rinvenuto ai piedi di un traliccio dell’alta corrente elettrica  a Segrate, nei pressi di Milano, ucciso da una carica di esplosivo che la versione ufficiale indicherà come strumento utilizzato dalla vittima per distruggere il traliccio stesso. Ex titolare della omonima casa editrice di sinistra, Feltrinelli da alcuni anni si era dato alla clandestinità finanziando gruppi di “rivoluzionari” e fondando i GAP (Gruppi di azione partigiana). Molti non credettero alla versione dell’attentato e denunciarono le responsabilità dei servizi segreti e di altri apparati dello Stato (in accordo con la CIA), già all’opera con la strage di Milano che il medesimo ex editore per primo aveva inquadrato come “strategia della tensione”.


continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 9/6/2013 alle 18:35 | Versione per la stampa
SOCIETA'
7 maggio 2013
Il mio 'inchino'

 

Caro Presidente,

so bene che ormai il problema, nelle sue massime componenti, è nelle tue mani e tu ne porti altissima responsabilità. Non sto a descriverti la mia condizione e le mie prospettive. Posso solo dirti la mia certezza che questa nuova fase politica, se comincia con un bagno di sangue…”.

Con queste sibilline e ferme parole inizia la lettera che Aldo Moro inviò al Presidente del Consiglio incaricato Giulio Andreotti dal  “carcere” delle Brigate Rosse che lo avevano rapito il 16 Marzo 1978.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 7/5/2013 alle 9:15 | Versione per la stampa
SOCIETA'
30 aprile 2013
"Eclissi della ragione"


Tutto è compiuto, al di sopra di ogni etica politica, oltre il senso di decenza sociale, nello sprezzo più sfacciato del decoro istituzionale, in nome di un presente assoluto.

Non è più tempo di analisi, di parole, di allarmi, nulla ormai attiene al caso, all’evenienza, all’ipotesi, nulla interessa più la revisione, la precauzione, il rischio, il passato già remoto.

Nessuno oserà trasgredire in libertà, distinguersi con chiarezza, opporsi, pochi interrogheranno la propria coscienza per un barlume di pentimento, per un futuro non scontato.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 30/4/2013 alle 22:3 | Versione per la stampa
SOCIETA'
23 aprile 2013
Caro Giorgio...

…In questo momento di totale follia politico-istituzionale, dove la parola verità è stata cancellata da qualsiasi vocabolario di costume, ho sentito l’esigenza di ‘scriverti’.

Voglio ribadire che, dopo la morte di Pier Paolo Pasolini, forse soltanto tu “ne avevi raccolto in particolare nell’ultimo decennio la capacità di penetrare con acume ‘sociologico’ e dialettico nelle vicende italiane, smascherando fra l’altro servilismo, perbenismo, ipocrisia e strategie occulte attraverso cui televisioni e giornali – coi loro ‘padroni’ e ‘padrini’ – condizionavano e condizionano la massa dei consumatori, utenti, elettori”.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 23/4/2013 alle 20:37 | Versione per la stampa
SOCIETA'
13 aprile 2013
Addio 'Nap'! (senza alcun rimpianto)

  
Rasenta ormai la farsa la variegata e convulsa mole di ‘previsioni’ che – in particolare nel corso delle ultime settimane –  ha intasato i mezzi di comunicazione e in/formazione di ogni genere. Tutti si sono prodigati e si stanno prodigando infatti nel proporre o definire le caratteristiche che dovrebbe avere la figura del futuro Capo dello Stato, con in evidenza le solite rinnovate priorità di dover essere “garante dell’unità del Paese” e  “al di sopra delle parti”. Perché queste eccessive e reiterate preoccupazioni, provenienti in particolare dalla ‘classe politica”, se tali prerogative sono ben espresse nella Carta Costituzionale? Significa forse che, sia l’attuale, sia gli altri Presidenti non abbiano rispettato il dettame repubblicano?



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 13/4/2013 alle 17:40 | Versione per la stampa
SOCIETA'
24 marzo 2013
Chiesa e Politica: nuove seducenti forme di "demago-latria"

 

Demagogia”, dal greco ‘demos ossia popolo e ‘agein’ , trascinare , che definisce un comportamento politico mirante, attraverso false promesse vicine alle aspirazioni del popolo, ad accaparrarsi  il suo favore, facendo leva spesso su irrazionalità e bisogni sociali o alimentando odio e paura nei confronti di avversari politici.

 

Idolatria”, dal greco ‘éidolon’, cioè idolo e ‘latréia’, ossia culto, che indica religioni pagane che adorano idoli, immagini o feticci; adorazione che il cristianesimo nega anche per i santi e gli angeli; per estensione il termine indica trasporto o amore viscerale per una persona o per un culto.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 24/3/2013 alle 19:3 | Versione per la stampa
sfoglia
novembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>