.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
arte
10 marzo 2019
Gladys Sica: "Il sogno, la luce e la parola”

Sabato 6 aprile 2019, alla "Galleria degli Artisti" di Milano, via Nirone 1, l'artista italo-argentina Gladys Sica, dopo numerose personali, per i suoi quarat'anni d'intensa attività pittorica e scultorea, allestirà la prima antologica. In esposizione, oltre a una scelta di lavori pittorici e scultorei, disegni, incisioni e cartoni intagliati.

di Giuseppe Possa

L'unità dell'amore - tecnica mista su cartone - cm20x30Dopo numerose personali tra l’Europa e l’America del Sud, Gladys Sica (artista italo-argentina che ora vive a Milano) si propone per la prima volta con una mostra antologica, in cui espone alcuni suoi lavori pittorici e scultorei, disegni, incisioni e cartoni, realizzati nell’arco di quattro decenni: a partire dalle opere prodotte durante la formazione accademica (“Sogno incantato”, “La mia amica Patrizia”, “Rottura”, “Ciclo vitale”, “Gli ultimi ritorni”) a quelle della maturità (“Visione furtiva”, “Donna senza vestito”, “La rabbia”, “Rusty”, “Minaccia trattenuta”, “Immobilizzato dalla luna”), fino alle più recenti (“Tracce”, “Preannuncio”, “Nessuna parola”, “La decisione”, “Sfida multipla”).



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 10/3/2019 alle 10:15 | Versione per la stampa
arte
25 febbraio 2019
Licia Fusai: “Sapori su tela”

(di Giuseppe Possa)img_e94231.jpg

Un’artista milanese che attraverso i suoi quadri, insoliti e intriganti, esalta tutti gli elementi, o ancora meglio gli “alimenti”, che copiosa la Natura offre.

Il ristorante Bianca di Milano, in via Panizza 10, un locale candido, rilassante, dall’atmosfera calda e accogliente, nato dalla passione per la cucina, ha ospitato una mostra interessante di Licia Fusai, “Sapori su tela”, che ben era intonata con l’ambiente. L’artista milanese (ma lei prima che artista preferisce definirsi “trasformatrice di materie”) con i suoi quadri, insoliti e intriganti, esalta tutti gli elementi, o ancora meglio gli “alimenti”, che copiosa la Natura offre. Le sue opere sulle pareti mi si sono presentate davanti come se scorressero attorno a me su un “carrello”, quali portate di stuzzicanti materie prime per piatti prelibati, di forza attraente, che alimentano gioia, danno speranza, invitano a nutrirsi con un’alimentazione salutare. Un piacere per gli occhi, una fonte di “benessere”, perché le creazioni di Licia sono eseguite con i medesimi ingredienti che si usano generalmente per preparare o dare sapore e colore alle ricette di cucina.



continua >>
arte
2 febbraio 2019
Danilo Ursini: pittore e fotografo ossolano che vive e si fa onore in Canada.

Danilo Ursini è un artista assai fantasioso e onirico che sembra prendere ispirazione dal12075001_10206670553954463_6256603536848349006_n suo subconscio, creando lavori curiosi, enigmatici e stravaganti (basta dare un’occhiata al suo sito: www.ursiniart.com). Le sue opere, facilmente riconoscibili, sono dipinte di getto, con mano libera e capacità inventiva.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 2/2/2019 alle 22:2 | Versione per la stampa
arte
14 gennaio 2019
ROBERTO SIRONI: Pittore, ma non solo.
img_e9222[1]Artista milanese poliedrico: uomo di spettacolo, scrittore, autore di canzoni e di teatro, regista, blogger e pittore, questo insolito “Gentil homme italien” (come lo ha definito la stampa internazionale) ha ottenuto, in ogni campo in cui opera, premi e riconoscimenti con unanime consenso di critica e di pubblico. Con Elizabeth Boudjema (sua compagna) e altri artisti ha dato vita all'Associazione "Un artista in bicicletta - Cultura Mobile & Arti Sostenibili" e a vari progetti creativi di ricerca in diversi ambiti culturali.


continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 14/1/2019 alle 10:30 | Versione per la stampa
arte
4 gennaio 2019
Armando Tomasi: all’orizzonte, luce

Alla memoria del padre, scomparso nel 2015, il figlio Marco ha curato il catalogo, con testi di Martina Corgnati, che ha accompagnato la rassegna (un’importante mostra antologica) dedicatagli dal Comune di Roè Volciano (BS), paese in cui nacque e operò l’artista, figura significativa dell’astrattismo italiano.

image Quando a vent’anni (era nato a Roé Volciano nel 1940), Armando Tomasi entrò all’Accademia Carrara di Bergamo aveva già un bagaglio pittorico notevole.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 4/1/2019 alle 19:48 | Versione per la stampa
arte
18 dicembre 2018
CAM – Catalogo dell’Arte Moderna 54

Gli artisti italiani dal primo Novecento a oggi - Il più atteso appuntamento per il mondo dell’editoria d’arte contemporanea, uno strumento indispensabile per artisti, galleristi, collezionisti e appassionati d’arte - Cairo Editore (Editoriale Giorgio Mondadori), Milano.


FB_IMG_1545125355853.jpg<<Un numero, innanzitutto: 1000. Tante sono le pagine di questa 54° edizione del “Catalogo dell’Arte Moderna”, un risultato oltre ogni aspettativa, prova tangibile dell’apprezzamento ricevuto dagli artisti, dagli operatori del settore e dai lettori, consapevoli dell’importanza di un volume che dal 1962 presenta una fotografia realistica del panorama artistico italiano>> così inizia la presentazione di Carlo Motta, responsabile editoriale del CAM, sicuramente lo strumento divulgativo e conoscitivo più importante oggi a livello nazionale



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 18/12/2018 alle 15:49 | Versione per la stampa
arte
16 dicembre 2018
LE SCULTURE LUMINOSE DI FRANCA FRANCHI

La mostra di Franca Franchi inaugurata nello “Spazio Bertani 6” di Milano va vistaIMG_9040 FF 1 nell’ottica di un recupero degli oggetti scartati e riciclati sotto altra forma, alla ricerca di una bellezza asimmetrica, diversa da quella essenziale e rigorosa degli schemi classici. C'è luce, spiritualità, lirismo caleidoscopico, in queste sue ultime composizioni disarmoniche e atipiche. <<Illuminare e portare nelle tenebre è principio pragmatico dell’opera d’arte, la quale viene ad assumere caratteristiche positive o negative al tempo stesso, caratteristiche che rientrano in quella che possiamo considerare l’estetica Zen>>, così scriveva Gillo Dorfles a proposito della scultrice piacentina, giunta alle sue opere attuali attraverso poetiche orientali.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 16/12/2018 alle 21:45 | Versione per la stampa
arte
6 novembre 2018
ANTONIO RONDONI, pittore (pseudonimo: Ron Redi)

40057893_2141837372770705_5507543461101830144_nBiografia: Antonio Rondoni (nome d’arte Ron Redi) nasce a S. Pietro in Lama, provincia di Lecce, nel 1945, dove il padre, durante il secondo conflitto mondiale, milita nell’aviazione, ma subito dopo, lasciato l’esercito, se ne torna con la famiglia nella sua città, Domodossola. Per Antonio, fin da piccolo, carta e colori sono i suoi giochi prediletti. La scuola non lo appassiona, anzi si dimostra svogliato, per cui i genitori lo indirizzano in un Collegio di Torino, dove termina gli studi. Tornato a Domodossola, entra a far parte di un’importante Società pubblicitaria, come grafico.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 6/11/2018 alle 16:38 | Versione per la stampa
arte
24 ottobre 2018
La “VIA VITIS” di Sergio Bertinotti: intervista a Pier Franco Midali


BLRJE7031[1]Sarà presentata il 1° dicembre, alle ore 17, nella Sala Convegni del Monte Calvario di Domodossola la singolare idea per un “percorso” dedicato alla vite e al vino, lungo il quale si dislocherà un ciclo di opere di Sergio Bertinotti, all’interno di cantine e torchi  in diverse località ossolane. Per l’occasione saranno esposti i bozzetti preparatori della “Via Vitis” dipinti dal pittore di Mergozzo, che ha già terminato anche le opere definitive (ma queste saranno oggetto di una successiva mostra). Presenzieranno Sindaci, rappresentanti di Enti e Associazioni, ma l’incontro, curato da Pier Franco Midali, è aperta anche a persone interessate e al pubblico.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 24/10/2018 alle 17:1 | Versione per la stampa
arte
20 ottobre 2018
ALVISE MONESI: LE EMOZIONI DELLA MEMORIA

Espone alla Galleria degli Artisti di Milano (via Nirone 1) dal 15 al 21 novembre 2018 (inaugurazione mercoledì 14 alle ore 18 – presentazione di Licia Spagnesi)

SXWK8267[1]Alvise Monesi è nato a Melara (Ro) nel 1954: Diplomatosi al Liceo Artistico di Brera, ha conseguito nel 1979 la laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Attualmente vive ad Arosio (CO) con studio in via Ghisallo 6. Scrive, concludendo, Licia Spagnesi (giornalista e redattrice di “Arte”) nella presentazione del catalogo : <<Chi visita una mostra di Alvise non si porta a casa angoscia, oppressione, perché la visione dell’artista è comunque serena, pacificata, carica di ottimismo. Negli ultimi lavori Alvise Monesi è sempre più se stesso: un pittore, affascinato dall’aspetto manuale del suo lavoro e aperto alle sorprese che la pittura sempre riserva>>. Riportiamo qui la “lettera all’amico artista”, pubblicata nel catalogo, di Giuseppe Possa,  che di Monesi fu collega di lavoro.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 20/10/2018 alle 3:20 | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>