.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
10 aprile 2021
The Hawk: Memorie de “Il Falco”

www.pqlascintilla.wordpress.com/2021/04/10/the-hawk-memorie-de-il-falco/#more-5500

Un libro di racconti di Luigi Papanice pubblicato con lo pseudonimo “The Hawk” (Il Falco). Tante storie intriganti e spassose sono ambientate in Valle Vigezzo, dove l'autore trascorreva le vacanze e in cui oggi abita. Pubblicato dalle edizioni "Mnàmon" di Milano.

Al telefono, conversando con Luigi Papanice del suo libro di racconti, <Memorie de “Il Falco”>, fresco di stampa, dice: <<Durante il periodo di “confinamento”, parlando della nostra gioventù con un mio coetaneo, che ha già pubblicato alcuni romanzi, sono venuti a galla diversi episodi intriganti e spassosi della sua vita e gli ho chiesto il permesso di raccoglierli in un libro>>.



continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. valle vigezzo luigi papanice the hawk

permalink | inviato da pqlascintilla il 10/4/2021 alle 17:49 | Versione per la stampa
8 aprile 2021
Le farfalle di Moreno Panozzo

Le ultime grandi opere di Moreno Panozzo, come “Suburban Doors”, risalgono all’inizio del recupero dei container: i container (voluminosi quanto un palazzo di quattro piani) destinati al macero, sono trasformati dalle sue braccia, tecnicamente abili per sensibilità e maestria, a lavorazioni artistiche di elevato e palpitante spessore.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 8/4/2021 alle 22:58 | Versione per la stampa
arte
8 aprile 2021
CAROLA MAZOT (1929-2016): IL FASCINO DEL SEGNO CHE INCIDE



permalink | inviato da pqlascintilla il 8/4/2021 alle 21:10 | Versione per la stampa
8 aprile 2021
BOSSONE GIOVANNI (1931-1985): pittore nel senso più conservatore del termine

www.pqlascintilla.wordpress.com/2021/03/07/bossone-giovanni-1931-1985-pittore-nel-senso-piu-conservatore-del-termine/#more-5255

DOMODOSSOLA – Tra gli anni Sessanta e Novanta vi è stato un grande interesse in Ossola per la pittura, mai forse come in quel periodo vi è stata tanta attenzione per le mostre personali e collettive. Questo sicuramente anche grazie al considerevole impegno che Carlo Bossone ha dedicato negli anni della sua vita per far crescere artisticamente una schiera di allievi, tanto da essere considerato un capostipite. Tra costoro, sicuramente uno dei più capaci nella distribuzione del colore sulla tela, c’è stato pure suo figlio Giovanni, morto prematuramente nel 1985, il più “bossoniano”, non solo perché legato da vincoli familiari. Giovanni Bossone, pittore nel senso più conservatore del termine, ebbe un’intensa attività espositiva, fino a raggiungere nei suoi periodi migliori una decina di personali all’anno, in varie regioni d’Italia e all’estero (espose anche a Buenos Aires in Argentina), sponsorizzato dal cugino Giuseppe. In occasione di una sua mostra a Roma nel 1972, la ‘Cine Luce’ girò un ‘reportage’, che fu poi proiettato in tutte le sale cinematografiche prima dell’inizio dei film.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 8/4/2021 alle 20:7 | Versione per la stampa
8 aprile 2021
Michele Scaciga, un geniale artista


www.pqlascintilla.wordpress.com/2021/02/04/al-balabiott-di-domodossola-espone-michele-scaciga/#more-3220

Allo Studio Quadra di Domodossola, Michele Scaciga espone alcune opere astratte. La mostra si può visitare  fino al 28 febbraio 2021. Il personale tratto informale, dinamico e sicuro, dell'artista di Baceno, rende esclusive le sue creazioni.

di Giuseppe Possa

Michele ScacigaIMG_E0886[1], padrone del disegno, delle tecniche gestuali e cromatiche (dopo il diploma di geometra, ha frequentato a Milano la “Scuola di Fumetto” in via Savona e al Castello Sforzesco la “Scuola di Arte e Messaggio”), è stato il primo pittore ossolano - e allora era giovane - ad accorgersi che il mondo delle arti visive stava cambiando rapidamente, “contaminato” dai nuovi mezzi di comunicazione e di fruizione delle opere. Così ha pensato bene di usufruire di queste recenti - in quel periodo - modalità epocali, diventando uno dei professionisti locali, ma non solo, più apprezzati e ricercati. Nel contempo, tuttavia, ha sempre dipinto anche con tavolozza e con mezzi o strumenti tradizionali, alla maniera classica, mosso da una grande passione. In pittura ha lavorato su temi che riguardano la sofferta vita dell’uomo, ne ha indagato i malesseri esistenziali, testimoniando, in particolare nel suo primo decennio, un reale disagio e rilevando le inquietudini contemporanee.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 8/4/2021 alle 20:5 | Versione per la stampa
8 aprile 2021
Ornella Pelfini, pittrice neosintetista

Ornella Pelfini, pittrice neosintetista, è nata a Domodossola nel 1961. Sin dall’infanzia ha dimostrate spiccate attitudini all’arte e dopo iniziali influenze di tipo espressionista si è orientata verso un figurativo di ordine e sintesi dello spazio, ampliando la sua ricerca sul ritmo, movimento e colore più materico.

www.pqlascintilla.wordpress.com/2021/01/23/ornella-pelfini-pittrice-neosintetista/#more-5214



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 8/4/2021 alle 20:4 | Versione per la stampa
arte
15 gennaio 2021
È morto Giuliano Crivelli, artista ossolano

https://pqlascintilla.wordpress.com/2021/01/11/e-morto-giuliano-crivelli-artista-ossolano/

DOMODOSSOLA - La scomparsa del pittore Giuliano Crivelli, avvenuta il , lascia un vuoto incolmabile nella cultura ossolana. La musica e l’arte furono le sue due passioni, al punto che, quando in tarda età smise di suonare, proseguì a dipingere musicisti e i loro svariati strumenti, che qualche anno fa raggruppò in un catalogo, “The saxophone on jazz parade”: un “concertato” variopinto di grafiche, incisioni, tecniche miste e disegni che, raffigurati in immagini “suoni” e scale “musicali” (l’autore è stato professore di musica, dando pure vita a diversi gruppi e complessi).



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 15/1/2021 alle 20:59 | Versione per la stampa
arte
15 gennaio 2021
La poesia del colore di Alfredo Belcastro (Omegna, 1893 – S. Maria Maggiore 1961)
https://pqlascintilla.wordpress.com/2021/01/02/la-poesia-del-colore-di-alfredo-belcastro-omegna-1893-s-maria-maggiore-1961/

S. MARIA MAGGIORE - Nel 2021, sono sessant’anni che è scomparso il pittore Alfredo Belcastro e la Valle Vigezzo si appresta a festeggiarne l’anniversario, poiché ritenuto, dopo i grandi maestri di fine Ottocento e dei primi decenni del Novecento, uno dei più significativi artisti locali. Egli espresse la sua personalità consegnandoci opere paesaggistiche suggestive, sorrette dalla “poesia” del colore e da una tematica esemplare e palpitante.

 

Nato a Omegna nel 1893 da una famiglia di albergatori, trasferitasi nel 1905 in Val Vigezzo, mostrò fin da ragazzo spiccate doti artistiche che lo spinsero, ben presto, a frequentare la Scuola di Belle Arti Rossetti Valentini di S. Maria Maggiore, sotto la guida dei maestri Sella e Comelli (il padre, contrastato nei propri desideri, aveva comunque ceduto solo dopo aver sentito il parere favorevole di Enrico Cavalli). Alla fine della prima guerra mondiale (a cui aveva partecipato in un primo momento nell’Aeronautica e successivamente, dopo aver subito un grave incidente, negli Alpini) frequentò pure le Scuole d’Arte e Decorazione di Milano e di Torino e in seguito riprese l’attività di pittore, aprendo il suo studio a S. Maria Maggiore.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 15/1/2021 alle 20:55 | Versione per la stampa
arte
26 dicembre 2020
GIORGIO DA VALEGGIA E IL SUO CICLO DEGLI “HOMETTI”

Nella  crisi pandemica, che stiamo attraversando con grandi paure e disagi, ci pare di riconoscerci negli “Hometti”, attuali più che mai, dell’artista ossolano. Lui, però, ce li proponeva già trent’anni fa, con visionaria “luminosità”.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 26/12/2020 alle 17:47 | Versione per la stampa
letteratura
26 dicembre 2020
Alessandro Dal Molin: una vita che sembra un romanzo


CREVOLADOSSOLA – Ci sono in Ossola personaggi che hanno affrontato vicende ed esperienze che se narrate da anziani hanno il sapore di un romanzo. Come quelle che Alessandro Dal Molin, classe 1935 di Crevoladossola, racconta in un libro di prossima pubblicazione. Un’esistenza tormentata, la sua, vissuta tra privazioni, sogni infranti sul nascere e duro lavoro per conquistarsi una degna posizione sociale. Le buone qualità di scrittura le possedeva già ai tempi in cui le sue numerose lettere venivano pubblicate su Eco Risveglio, riguardanti svariati argomenti.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 26/12/2020 alle 17:29 | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>