.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
arte
26 giugno 2010
LUCE E SEGNO IN MASSIMO PIAZZA
VIAGGIO IN SICILIA E IN ALTRI TEMPI
 
MASSIMO PIAZZA esporrà dall'8 al 20 ottobre 2011 alla Galleria D'Arte Studio 71 - via Vincenzo Fuxa 9 - PALERMO
Nei mesi di Aprile e Maggio 2012 le sue opere saranno in mostra alla Fondazione La Verde - La Malfa Galleria Amaracrista - via Pietro Nicolosi 29 - S. Giovanni La Punta (CT)
Lo presenta Vinny Scansone: <<Massimo Piazza percorre strade, lascia che il suo sguardo venga catturato da frammentazioni cromatiche, da riverberi di luce. Dialoga con la natura e con i monumenti che tanto hanno da raccontare>>


continua >>

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Massimo Piazza Milano

permalink | inviato da pqlascintilla il 26/6/2010 alle 20:23 | Versione per la stampa
CULTURA
24 giugno 2010
LE POESIE DI GIANFRANCO CONTINI

Gianfranco Contini, Poesie, a cura di Pietro Montorfani, Nino Aragno Editore, Torino 2010, pp. 114, € 12,00.

 

“Trabujo, è una bella sorpresa per me – ma non tanto se ricordo un vecchio pot à fleur – vedere le tue poesie in Prospettive. Finora mi sono piaciute di + (sic) le prime 2, forse perché + chiare a una prima lettura. Ma avrò bisogno di qualche schiarimento (…). Per ora diranno che son le poesie di un critico (ma che vuol dire? E Sainte-Beuve?) ma molti si morderanno la coda. Ti rileggerò ti rileggerò… Ne hai molte?”, scriveva Eugenio Montale al suo amico Gianfranco Contini, alias Trabujo. Era la fine di novembre del 1939 e sulla rivista letteraria “Prospettive”, diretta da Curzio Malaparte (numero 5 del 15 novembre 1939, pp. 8-9), erano appena comparse cinque poesie del ventisettenne critico e filologo di Domodossola.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 24/6/2010 alle 9:26 | Versione per la stampa
arte
18 giugno 2010
MOSTRA DI LIDIA RIGONI PUN AD ASIAGO (VI)

La pittura lirica e maestosa di Lidia Rigoni Pun ad Asiago dal 24 al 31 agosto

inaugurazione lunedì 23 agosto, ore 16,30

Comunità Montana e Comune di Asiago 
Sala Spettabile Reggenza dei Sette Comuni
Piazza Stazione 1 - Asiago (VI)
 
Il Monte Rosa, visto da Macugnaga, splende sull’altipiano di Asiago dal 24 al 31 agosto nei quadri di Lidia Rigoni Pun (Pun è il soprannome del ceppo di famiglia).
Una visione lirica e maestosa, ma verista, in una luce ora reale, ora onirica, che non mancherà di suscitare, nei visitatori di questa mostra, emozioni romantiche e un’aura di soave vitalità. Nelle opere, non ci sono, però, solo le montagne e le cime che racchiudono la valle Anzasca, dove appunto giganteggia il Rosa, ma anche i boschi, i prati, i ruscelli che si trovano lungo quei luoghi. Non mancano, poi, oltre alle bellezze dei paesaggi, le strutture architettoniche dell’uomo montanaro, con le baite in pietra e legno, spesso caratterizzate da alcuni elementi tipici della tradizione Walser, anticamente radicata in queste zone.


continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 18/6/2010 alle 15:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
13 giugno 2010
La "realtà" virtuale è meglio?

 

L’8 Maggio, su queste stesse pagine, citando “Le città invisibili” di Calvino ebbi modo di ricordare che “l’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme”. La conseguente analisi, pur concisa, era mirata ad evidenziare quanto il degrado etico della vita politica e sociale nazionale e la situazione nel mondo (con i due Moloch alleati e intrecciati, quello dell’industria delle armi e l’altro della struttura dell’in-formazione), stessero fiaccando sempre di più la resistenza degli individui - coscienti e attenti - di fronte alla tentazione crescente di lasciarsi trascinare in basso dallo sconforto, dalla stanchezza, dalla delusione, insomma dall’inerzia angosciante per quanto stava continuando (e continua) ad accadere.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 13/6/2010 alle 1:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
arte
10 giugno 2010
SERGIO CARAMANI: QUANDO IL COLORE DIVENTA POESIA

E’ con sorpresa che tra gli artisti costretti a dedicarsi a tutt’altre attività professionali per vivere serenamente, ho trovato anche Sergio Caramani, dirigente amministrativo ora in pensione, cui sono legato da lontana amicizia. Da critico militante devo, tuttavia, costatare che i suoi quadri possiedono qualcosa di ben più significativo, di più risolto, rispetto a ciò che potrebbe raggiungere un semplice appassionato di pittura. E’ vero che egli è un autodidatta, ma fin da ragazzo possiede una naturale predisposizione per il disegno, oltre ad una spiccata attitudine per il colore; e se, in passato, si è dedicato alla pittura solo saltuariamente, perché assorbito dagli impegni di lavoro, negli ultimi anni, durante il tempo libero, che trascorre spesso nella sua casa in Valtellina, ha ritrovato lo spirito giusto per riprendere la propria passione giovanile, stimolato anche dal suocero Michele (lui pure artista) che gli è stato prodigo di consigli e di sollecitazioni.



continua >>



permalink | inviato da pqlascintilla il 10/6/2010 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
località
1 giugno 2010
LE TERME DI BOGNANCO

 

Tra un sorso d’acqua e una boccata d’aria
 
<<Bognanco tu Bognanco/ rifugio sei del cittadino stanco/ e l’acque tue, per vie non conosciute/ ridanno nuova giovinezza al cuor>>.
Era questo il ritornello di una canzone pubblicitaria degli anni trenta del secolo scorso, che coglieva in modo efficace i due aspetti (l’utile e il dilettevole) di una vacanza a Bognanco: il piacere dell’evasione nella natura, unito al vantaggio di una salutare cura termale, per ritemprare il fisico di coloro che sono costretti a vivere nelle grandi città, minati dallo stress dei lunghi mesi lavorativi.
Bognanco – che un tempo era una delle più famose stazioni idrotermali italiane e che oggi è in cerca di un rilancio – è a 650 m. sul livello del mare e dista circa 7 km. da Domodossola. Immersa nel verde delle montagne ossolane, con i suoi dintorni molto indicati per passeggiate nei boschi e per incursioni in alta montagna, possiede tutto per una vacanza completa: al riposo e al divertimento si unisce la cura della salute, con le sue acque minerali: la “ San Lorenzo”, gradevole al palato, ricca di magnesio bicarbonato, utile nelle cura delle malattie dell’apparato digerente, del fegato e delle vie biliari, è lassativa, disintossica e riduce il colesterolo nel sangue; la “Gaudenziana” è indicata negli stati uremici e nelle malattie dell’apparato urinario e di quello renale, è leggera e favorisce l’eliminazione delle scorie azotate; infine, l’”Ausonia”, per una più facile digestione a tavola, naturalmente frizzante, trova indicazioni nelle gastriti e gastroduedeniti.


continua >>
sfoglia
maggio        luglio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>