.
Annunci online

Blog di cultura - critica - arte - recensioni
arte
18 dicembre 2018
CAM – Catalogo dell’Arte Moderna 54

Gli artisti italiani dal primo Novecento a oggi - Il più atteso appuntamento per il mondo dell’editoria d’arte contemporanea, uno strumento indispensabile per artisti, galleristi, collezionisti e appassionati d’arte - Cairo Editore (Editoriale Giorgio Mondadori), Milano.


FB_IMG_1545125355853.jpg<<Un numero, innanzitutto: 1000. Tante sono le pagine di questa 54° edizione del “Catalogo dell’Arte Moderna”, un risultato oltre ogni aspettativa, prova tangibile dell’apprezzamento ricevuto dagli artisti, dagli operatori del settore e dai lettori, consapevoli dell’importanza di un volume che dal 1962 presenta una fotografia realistica del panorama artistico italiano>> così inizia la presentazione di Carlo Motta, responsabile editoriale del CAM, sicuramente lo strumento divulgativo e conoscitivo più importante oggi a livello nazionale.

 Non solo per gli addetti ai lavori (artisti, galleristi, operatori culturali, critici, e collezionisti), ma anche per associazioni e appassionati, poiché illustra in modo puntuale e rigoroso il variegato panorama dell’arte, partendo dall’inizio del XX secolo fino a oggi, attraversando l’intero repertorio della produzione contemporanea in tutte le sue espressioni, figurative, astratte e informali. Un appuntamento tradizionale che dà alle stampe un catalogo annuale dedicato al mercato dell’arte contemporanea ed è pubblicato con il marchio Editoriale Giorgio Mondadori all’interno del gruppo Cairo, confermandosi la più longeva pubblicazione di genere in Italia.

E’ un’opera di grande interesse per chi segue, ma anche per chi si accosta all’arte italiana per la prima volta; si è sempre rinnovato anche graficamente (arricchito pure da un inserto su “La lunga strada della Fotografia” di Alessia Locatelli); possiede un impaginato di facile consultazione, un ricco apparato iconografico e il rigore dei testi critici, curati da Giovanni Faccenda consulente editoriale e fondamentale figura di riferimento dell’annuario, dai critici Giammarco Puntelli, Daniela Brignone, Lorena Gava, Mario Guderzo, Daniela Vasta, Claudia Trafficante, Licia Oddo, Leopoldo Paciscopi, Andrea De Liberis, Lia Bronzi e da altri (tra cui Giuseppe Possa), che hanno collaborato alla stesura dei numerosi contributi che arricchiscono l’intera opera.

Cattura 2 cam

La copertina del Catalogo è dedicata a Sergio Scatizzi pittore che ha reinventato il paesaggio, come scrive Giammarco Puntelli nella nota critica. La prima sezione presenta i grandi maestri del Novecento, con l’ingresso di Giuseppe Capogrossi, Antonio Donghi ed Emilio Vedova, insieme ad altri 17 indiscussi protagonisti del secolo scorso che il mercato internazionale continua ad apprezzare, come dimostrano le numerose battute d’asta in Italia e all’estero. Di ognuno sono pubblicati i dati biografici, la bibliografia essenziale, i prezzi, gli esiti d’asta, una scheda economico-finanziaria e l’immagine di una o più opere. La seconda parte propone l’attività dei molti artisti (ben 907 presenze, in ordine alfabetico) operanti dal secondo dopoguerra a oggi, con alcune informazioni essenziali: note biografiche, quotazioni, esposizioni, aste e opere.

Cattura 3 cam 

Alla fine, due inserti speciali: uno dedicato ai 50 anni dell’Accademia di Catania; l’altro alla pittura, scultura, grafica e fotografia del 27° Premio Arte (con i 40 finalisti e i vincitori dell’ultima edizione, suddivisi nelle quattro sezioni). Nelle pagine finali si trovano i consueti capitoli dedicati alle gallerie e gli ampi repertori di opere a colori. Ci confida Carlo Motta: <<Per 365 giorni, ogni anno i nostri esperti, i nostri collaboratori e i nostri consulenti ci aiutano a raccogliere e a “metter in pagina” le informazioni pubblicate, supportati dalla segretaria di redazione Anna Pascot. Un lavoro immenso, che non potremmo portare a compimento senza la fiducia e il sostegno degli artisti, i veri protagonisti di una bellissima storia che da tanti anni ci accompagna e che si chiama “Catalogo dell’Arte Moderna”>>.

Giuseppe Possa

gppos

 

 

 




permalink | inviato da pqlascintilla il 18/12/2018 alle 15:49 | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        gennaio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 2209914 volte

 pq la scintilla

Perché questo blog?

giuseppe possa

è nato a Domodossola nel 1950. Residente a Villadossola (VB), lavora a Milano in un’importante casa editrice. ...

continua >>

§

giorgio quaglia

è nato a Domodossola nel 1952, ha pubblicato... 

continua >>